Il 3 settembre ci sarà il trasporto della Macchina di S. Rosa: i facchini pronti per le prove di portata

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- La Macchina di S. Rosa verrà trasportata la sera del 3 settembre. Prima della nomina del nuovo sindaco della città di Viterbo, il commissario Scolamiero ha prodotto l’ultimo atto di programmazione che prevede il passaggio della Macchina, visto che la situazione lo consente. Ed i facchini di Santa Rosa sono pronti e carichi, dopo due anni di stop dovuti alla pandemia, a riprendere sulle loro spalle la Macchina di Santa Rosa, “Gloria”. “Noi facciamo le prove di portata il 30 giugno, il primo e il 2 luglio sempre all’interno della ex chiesa della Pace – afferma il presidente del Sodalizio dei facchini di S. Rosa, Massimo Mecarini – Tutto dopo il ballottaggio. Dalle ore 17 alle ore 20. Stiamo aspettando di dare le direttive per l’accesso per non avere una eccessiva affluenza di persone”. Alla domanda se ci saranno nuovi facchini  Mecarini risponde: “Vediamo il tour over, se si liberano dei posti. Non è escluso che si possano prendere nuovi facchini”. Resta in piedi anche la possibilità di allungare il percorso della Macchina su via Marconi. “Dovremmo concordarlo con il nuovo sindaco – precisa il presidente del Sodalizio dei facchini – Dopo due anni di fermo con il percorso allungato si darebbe più possibilità alla gente di vedere la Macchina, considerano che il 3 settembre, tra l’altro, sarà sabato e, quindi, si prevede un grande afflusso di persone e poi, diluendo le stesse lungo un percorso più lungo risponde anche ad una maggiore sicurezza. Sentiamo anche i facchini cosa ne pensano, ma sicuramente credo che non avranno difficoltà ad allungare il percorso su via Marconi”.

Print Friendly, PDF & Email