Il Circolo di Viterbo Rifondazione comunista/ sinistra europea aderiscono al TusciaPride

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Il Circolo di Viterbo di Rifondazione comunista / Sinistra europea – aderendo e invitando a partecipare al TusciaPride che si terrà Sabato 1° giugno, con appuntamento alle h 15:30 a Porta Romana – ricorda a tutti che le rivendicazioni dei diritti civili, e delle responsabilità che essi comportano, non sono mai in contraddizione con le lotte per i diritti sociali. Così come il diritto fondamentale, quello della dignità sociale del lavoro, non può mai essere in contraddizione con le scelte ‘private’ di vita.

Solo in una società di liberi e di uguali, in una società solidale, improntata a giustizia sociale – tutta da costruire – possono avere garanzia di riconoscimento e cittadinanza universale i diritti della persona: di tutte le persone.

Come ci insegnano i primi 4 basilari articoli della nostra Costituzione, i diritti umani sono inviolabili, sia nella vita individuale che nelle formazioni sociali in cui ciascun* ha il diritto/dovere di svolgere la propria personalità.

È bene ricordarlo in questo nostro Paese, il 1° giugno 2024, partecipando all’iniziativa di Viterbo come alla manifestazione di Roma, per costruire una opposizione grande e vincente alle politiche antipopolari, reazionarie e militariste del governo Meloni”.

Luigi Telli, segretario del circolo di Rifondazione comunista / SE

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE