Il comune di Montefiascone annuncia la costituzione di un fondo regionale per rincaro energia a favore di nuclei familiari per pagamento utenze

MONTEFIASCONE (Viterbo)- La Sindaca di Montefiascone Giulia De Santis e l’Assessora ai Servizi Sociali Giulia Moscetti in qualità di rappresentanti del Comune capofila del Distretto Sanitario Viterbo 1, comunicano ai Sindaci di Acquapendente, Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Castiglione in Teverina, Civitella d’Agliano Farnese, Gradoli, Graffignano, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Latera, Lubriano, Marta, Onano, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Valentano la costituzione di un fondo regionale per il rincaro energia in favore dei nuclei familiari per il pagamento delle utenze domestiche di energia elettrica. Per essere soggetto beneficiario e poter compilare il modello presente nel sito Comune di Montefiascone per poi inviarlo all’Ufficio protocollo del Comune di Montefiascone o a mezzo pec (protocollo@pec.comune.montefiascone.vt.it) si dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti: a) Essere residente all’anagrafe del Comune di Montefiascone o di un Comune del territorio del distretto sociosanitario VT1 di cui alla DGR Lazio n. 660 del 2017; b) Essere in possesso di una attestazione ISEE in corso di validità, il cui valore non sia superiore a 25.000 €; c) Titolarità di una utenza domestica di energia elettrica o che ne sia titolare uno dei componenti del nucleo familiare rilevante ai fini ISEE, Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione: 1) Copia di un documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità: 2) Attestazione ISEE in corso di validità; 3) Copia dell’ultima fattura relativa all’utenza di energia oppure documento probante la titolarità di un’utenza di energia elettrica. “Scendiamo in campo a fianco della Regione Lazio”, sottolinea la Sindaca Giulia De Santis, “per dare qualcosa di concreto ai nuclei familiari del distretto bisognosi di una tantum per fronteggiare gli aumenti dei costi delle utenze domestiche relative alla fornitura di energia elettrica, Il tutto è collegato alla Legge Regionale 23 novembre 2022, n. 19 (Disposizioni collegate alla legge di stabilità regionale 2022. Disposizioni varie) all’articolo 1, commi 163, al fine di fare fronte all’eccezionale aumento del prezzi dell’energia e limitarne gli effetti negativi sulle imprese e sulle famiglie. Il Fondo è in attuazione della Deliberazione della Giunta Regionale 7 Dicembre 2022, n. 1161, ed ammonta ad € 263.975,24”

Print Friendly, PDF & Email