Pd. Il deputato Mazzoli commenta il risultato delle primarie: “Un mandato pieno per Renzi che ora ha la responsabilità di tenere unito il Pd”

“Giudico molto positivamente la larghissima partecipazione al voto di ieri, che è andata ben al di là di ogni rosea aspettativa. Significa che il Partito democratico è ancora percepito come una speranza per cambiare il Paese, per ridare slancio all’economia, per far ripartire il sistema Italia. A ciascuno di noi é richiesta la responsabilità di comprendere fino in fondo il messaggio che milioni di italiani hanno inviato al Pd e al

Paese senza semplificazioni e scorciatoie, evitando di attardarsi in letture localistiche che non hanno alcun senso. Per il Pd, si apre una stagione nuova. Questo è stato chiaro fin dal momento in cui sono stati resi noti gli sfidanti alle primarie. Una nuova generazione in campo. Su posizioni diverse, certo, ma con la volontà comune di riscrivere l’agenda del Pd, il suo profilo politico e culturale. Il popolo delle primarie si é pronunciato e merita rispetto. Io non ho votato Matteo Renzi. Ho sostenuto apertamente Gianni Cuperlo. Il voto a Renzi esprime una grande domanda di cambiamento che bisogna raccogliere e interpretare. E di fronte al risultato di ieri serve lealtà e schiettezza nei confronti del nuovo segretario. Un sostegno leale ma non acritico per consentire al Pd di essere un grande partito di popolo, plurale al suo interno ma non schiacciato dal correntismo esasperato e rissoso del passato. Così il Pd può rafforzare la propria iniziativa politica, affinché l’azione del Governo sia ancora più incisiva e capace di dare risposte concrete alle necessità delle famiglie, dei disoccupati, degli imprenditori, del Paese intero”.

   

Leave a Reply