Il famoso gruppo di Facebook “Striscia Vetralla” si prende uno stop: le motivazioni del suo amministratore Giardino

Il noto gruppo di Facebook “Striscia Vetralla”, che conta quasi 9 mila membri, è stato momentaneamente chiuso dal suo amministratore, Gennaro Giardino (nella foto). gennaro-giardino5Una scelta difficile, quella presa da Giardino, ma che si è sentito di intraprendere dopo le tante delusioni avute negli ultimi tempi. “Mi sono sempre battutto per il mio paese, mettendoci sempre la mia faccia, ricevendo spesso critiche ed attacchi- spiega Giardino – ma l’ho fatto in questi due anni solo

per il bene di Vetralla e dei suoi abitanti. Non ho avuto problemi a schierarmi a favore dell’amministrazione comunale quando si sono svolte delle iniziative positive per il paese, come non mi sono posto remore nel denunciare tutto ciò che, invece, l’amministrazione comunale non ha saputo svolgere nei modi giusti, dopo le numerose segnalazioni, documentazioni fotografiche e scritte ricevute. Purtroppo, però – continua nel suo sfogo Giardino – ho visto troppi voltafaccia, troppe persone che sanno lamentarsi con me, ma che poi all’atto pratico non fanno nulla ed anzi si fanno vedere a favore dell’amministrazione comunale, quando sono loro i primi a criticarla. Mi sono veramente stancato, quindi, di combattere da solo o con quei pochi che effettivamente hanno da sempre seguito il mio gruppo e datomi anche il necessario supporto.

Dico sempre che un buon capitano non può navigare se dietro non ha dei buoni marinai. Ecco perchè mi sono voluto prendere questo periodo di stop”.

Un vero peccato anche per la stampa locale che, spesso, sul gruppo di “Striscia Vetralla” riusciva ad attingere ad alcune interessanti notizie. “Mi dispiace per la stampa locale con la quale ho e vorrei continuare ad avere dei buoni rapporti ed anche per quei pochi che veramente mi hanno finora sostenuto – ha concluso Giardino – Spero che questo momento di pausa serva non solo a me, ma anche ai numerosi membri del mio gruppo per far capire loro come effettivamente vogliano continuare a fare parte di “Striscia Vetralla”. Nel gruppo ho aperto comunque un sondaggio e ho lasciato la scelta ai lettori se pensano che il gruppo debba restare aperto o meno. Se per finemese non vedrò sui circa novemila iscritti almeno mille che vogliono il gruppo aperto lo terrò inattivo”.

   

Leave a Reply