Il grande musicista Severino Gazzelloni ricordato a cento anni dalla nascita

di Redazione –

Oggi, 5 gennaio, a cento anni dalla nascita, a Roccasecca (in provincia di Frosinone) dove è nato, viene ricordato il celebre musicista Severino Gazzelloni (1919-1992) che ha fatto apprezzare per la bellezza del suono e le possibilità d’uso nell’impiego solistico, uno strumento all’epoca poco conosciuto, il flauto.   Strumento che aveva iniziato a suonare all’età di sette anni da autodidatta e che per la sua passione fu inserito, grazie al padre, nella banda musicale del paese dove rimase sino all’età di quattordici anni.

In seguito suonò in diverse bande di vari luoghi e nel 1934 iniziò gli studi all’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma dove si diplomò nel 1942.  Durante la Seconda guerra mondiale iniziò la sua carriera esibendosi nell’orchestra ritmo-sinfonica di Alberto Semprini  e presso il Teatro Odescalchi nella Compagnia di avanspettacolo di Macario. Nel 1944 entrò nell’Orchestra sinfonica della Rai di Roma di cui divenne in seguito primo flauto e con la quale collaborò per un trentennio.

La sua carriera come solista iniziò ufficialmente nel 1945 con un’avventurosa tournée a Belgrado, ma in Italia debuttò nel 1947 al Teatro Eliseo di Roma, in un recital con l’arpista Alberto Soriani. Grazie alla vastità del repertorio, che spaziava dalla musica classica a quella leggera e popolare, e all’abilità unanimemente riconosciuta, Severino Gazzelloni arrivò presto ad avere una grandissima fama contribuendo ad una ampia diffusione dello strumento sul territorio italiano.

Per la sua bravura e personalità esecutiva fu attribuito a Gazzelloni il soprannome di “flauto d’oro”, poiché era solito esibirsi sui palcoscenici di tutti i teatri con il suo flauto d’oro costruito a mano esclusivamente per lui da un artigiano tedesco.

Severino Gazzelloni come famoso maestro di flauto fu fonte di ispirazione per molti artisti di jazz, genere e stile che egli stesso amava e che proponeva come insegnamento nei conservatori.

NOTA – Il flauto d’oro Wm. S. Haynes n. 25600 costruito nel 1956 per Severino Gazzelloni, da lui suonato nel periodo d’oro della sua carriera (1956/67), appartiene a Marlaena Kessick. Successivamente allo scambio dei flauti tra i due artisti nel 1967, Gazzelloni ha acquistato e suonato diversi flauti d’oro di varie ditte. Il suo flauto appartiene oggi alla flautista Elena Cecconi.

 

 

   

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
La Viterbese cade ancora: tris della Reggina!LEGGI TUTTO
di ALESSANDRO PIERINI- La squadra del neo mister Calabro perde 3-1 a Reggio Calabria. La Viterbese incassa ancora reti e
A San Martino al Cimino è arrivata la neve, bianca e sofficeLEGGI TUTTO
(m.a.g.) – VITERBO –  Il borgo seicentesco di San Martino a Cimino, con la neve che ora, (sono le 22.30)
Successo a Martina Franca per il convegno annuale dei giudici di gara FCI PugliaLEGGI TUTTO
Autorevolezza, responsabilità e carisma sono le basi di ogni giudice di gara ma anche nel segno della passione, dell’impegno e
Al via la collaborazione tra l’istituto omnicomprensivo di Orte e la facoltà di Chirugia e Medicina dell’università Cattolica del SacroLEGGI TUTTO
ORTE (Viterbo) – Al via la collaborazione tra l’Istituto Omnicomprensivo di Orte e la Facoltà di Chirurgia e Medicina dell’Università
Migranti, Minnucci (Pd): “Salvini si confronti con il sindaco di Castelnuovo di Porto”LEGGI TUTTO
ROMA – “Perchè Salvini non raggiunge il Cara per toccare con mano lo scempio che il suo DL Insicurezza produce?
Viterbo, il 27 gennaio “OMOCAUSTO”: mostra sullo sterminio dimenticato degli omosessualiLEGGI TUTTO
VITERBO – L’Altro circolo  (Centro culturale di iniziativa Omosessuale), l’Associazione Fondazione Luciano Massimo Consoli, ARCIGAY e Federazione del Sociale USB
Vitersport Libertas d’oro con Alessandro PacchiarottiLEGGI TUTTO
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (Ascoli Piceno) – La A.S.D. Vitersport Libertas ha partecipato Campionato agonistico assoluto FINP (vasca corta) nella
Scuola Sottufficiali dell’Esercito in addestramento con sistema simulazioneLEGGI TUTTO
VITERBO – Al via presso la Caserma “Soccorso Saloni”, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, l’addestramento dei Marescialli a nomina diretta
Danni Cinghiali, Cenni (Pd): “Il mondo agricolo dopo le parole attende i fatti”LEGGI TUTTO
ROMA – Nota di Susanna Cenni, vicepresidente della Commissione agricoltura della Camera sul tema dei danni provocati dalla fauna selvatica
Unitus, Liliana Bernardi in concerto in “Un arco, dal Barocco al Jazz”, sabato 26 gennaioLEGGI TUTTO
VITERBO – Sabato 26 gennaio alle ore 18.00 all’Auditorium  Santa Maria in Gradi dell’Università della Tuscia è in programma il