Il grande musicista Severino Gazzelloni ricordato a cento anni dalla nascita

di Redazione –

Oggi, 5 gennaio, a cento anni dalla nascita, a Roccasecca (in provincia di Frosinone) dove è nato, viene ricordato il celebre musicista Severino Gazzelloni (1919-1992) che ha fatto apprezzare per la bellezza del suono e le possibilità d’uso nell’impiego solistico, uno strumento all’epoca poco conosciuto, il flauto.   Strumento che aveva iniziato a suonare all’età di sette anni da autodidatta e che per la sua passione fu inserito, grazie al padre, nella banda musicale del paese dove rimase sino all’età di quattordici anni.

In seguito suonò in diverse bande di vari luoghi e nel 1934 iniziò gli studi all’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma dove si diplomò nel 1942.  Durante la Seconda guerra mondiale iniziò la sua carriera esibendosi nell’orchestra ritmo-sinfonica di Alberto Semprini  e presso il Teatro Odescalchi nella Compagnia di avanspettacolo di Macario. Nel 1944 entrò nell’Orchestra sinfonica della Rai di Roma di cui divenne in seguito primo flauto e con la quale collaborò per un trentennio.

La sua carriera come solista iniziò ufficialmente nel 1945 con un’avventurosa tournée a Belgrado, ma in Italia debuttò nel 1947 al Teatro Eliseo di Roma, in un recital con l’arpista Alberto Soriani. Grazie alla vastità del repertorio, che spaziava dalla musica classica a quella leggera e popolare, e all’abilità unanimemente riconosciuta, Severino Gazzelloni arrivò presto ad avere una grandissima fama contribuendo ad una ampia diffusione dello strumento sul territorio italiano.

Per la sua bravura e personalità esecutiva fu attribuito a Gazzelloni il soprannome di “flauto d’oro”, poiché era solito esibirsi sui palcoscenici di tutti i teatri con il suo flauto d’oro costruito a mano esclusivamente per lui da un artigiano tedesco.

Severino Gazzelloni come famoso maestro di flauto fu fonte di ispirazione per molti artisti di jazz, genere e stile che egli stesso amava e che proponeva come insegnamento nei conservatori.

NOTA – Il flauto d’oro Wm. S. Haynes n. 25600 costruito nel 1956 per Severino Gazzelloni, da lui suonato nel periodo d’oro della sua carriera (1956/67), appartiene a Marlaena Kessick. Successivamente allo scambio dei flauti tra i due artisti nel 1967, Gazzelloni ha acquistato e suonato diversi flauti d’oro di varie ditte. Il suo flauto appartiene oggi alla flautista Elena Cecconi.

 

 

   

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Il Vangelo della domenica, III di QuaresimaLEGGI TUTTO
Vangelo Lc 13,1-9 Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. + Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo si
La cecìna toscanaLEGGI TUTTO
di LUCA GUASTINI – VITERBO – TLa farina di ceci è molto utilizzata nella cucina mediterranea,  sono celebri le panelle
Tarquinia, il candidato sindaco Moscherini: “Ultimi ritocchi al programma per accogliere le proposte dei cittadini”LEGGI TUTTO
TARQUINIA ( Viterbo) – Riceviamo dal Comitato Elettorale, Gianni Moscherini Sindaco e pubblichiamo: “A Gianni Moscherini piace fare le cose
Elezioni amministrative a Civita Castellana, la Lega pronta ad una quarto candidato in accordo con la coalizioneLEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- L’incontro di questo pomeriggio della Lega ha messo in evidenza anche la situazione di Civita Castellana
La Lega fa il punto della situazione in vista della prossime elezioniLEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- I rappresentanti della Lega della Tuscia, con il senatore Umberto Fusco, si sono dati appuntamento questo
Alla scoperta di Vulci, la piccola Pompei del Lazio. Domenica 31 marzoLEGGI TUTTO
MONTALTO DI CASTRO ( Viterbo) – La porta e le mura di cinta bastano a darci la misura della grandezza
Basket femminile, le Ants a Santa Marinella per rimanere in corsaLEGGI TUTTO
VITERBO – E’ una partita senza appello quella che attende le ragazze del Tuscia Basket Ants, impegnata in questa domenica
Fiera dell’Annunziata, informazioni per la Ztl centro storicoLEGGI TUTTO
VITERBO – In occasione della fiera della Santissima Annunziata, in programma lunedì 25 marzo per le vie del centro, si
“La carrozza del Duce deve restare a Viterbo”, l’assessore Laura Allegrini scrive a Nicola ZingarettiLEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo il testo della lettera inviata dall’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini al presidente della Regione Nicola Zingaretti
Viterbese Castrense-Vibonese in programma domenica 24 marzo, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO – In occasione della partita di calcio Viterbese Castrense – Vibonese (girone A di Lega Pro), in programma domenica