“Il matrimonio tra artigianato e piattaforme commerciali è indispensabile”

VITERBO – Riceviamo da dal Presidente di Confartigianato Imprese di Viterbo, Stefano Signori e pubblichiamo: “Nel mondo il brand Made in Italy da sempre è sinonimo di qualità, artigianalità, bellezza, bontà, unicità e creatività. L’Italia, a differenza di tante altre nazioni, ha fatto della sua tradizione un marchio di fabbrica che risulta essere tra i più richiesti e ricercati in tutto il pianeta. Questo è stato possibile grazie alle innumerevoli piccole medie imprese che continuano a perseguire il sogno di un prodotto che faccia innamorare il cliente, dandogli quella sicurezza dell’“unico fatto a mano con attenzione”, una melodia interpretata da quasi tutti i settori merceologici del Belpaese.

Che si parli di  alimentare, di meccanica  di artigianato o di moda, il risultato non cambia nel pensiero globale: “Italians do it better”, riprendendo la frase pronunciata anni fa durante una pop star americana. Tutto questo è fantastico ma per competere a livello internazionale ancora non basta. La globalizzazione e l’uso smisurato di internet hanno, infatti, cambiato l’identità stessa del cliente comune. Ora si vuole qualcosa a basso costo ed  in breve tempo, la pazienza sembra essere diventata una virtù per pochi e anche le modalità per attrarre nuovi clienti sono irrimediabilmente cambiate.

La commercializzazione fatta dal piccolo o medio negozio trova innumerevoli difficoltà nel sopravvivere, schiacciato dai grandi marchi con i loro megastore e dall’avanzata senza freni del digitale. Per far fronte a questa crescente richiesta di cyber acquisto, sempre di più le PMI italiane si affidano a canali come piattaforme commerciali digitali per cercare di vendere i loro prodotti. Questa rivoluzione, che profuma quasi di dittatura, è stata prima combattuta da una gran parte di aziende più o meno grandi, fino a quando si è capito che fare la guerra non conveniva a nessuno e che un’alleanza concordata poteva essere un punto di svolta in un mondo che ormai era irreversibilmente cambiato. È così che molte attività imprenditoriali Made in Italy hanno deciso di sbarcare su piattaforme che contano centinaia di milioni di consumatori. Utenti, quest’ultimi, che hanno fatto lievitare il giro d’affari delle piattaforme. Solo nell’anno appena trascorso sono  stati esportati più di 400 milioni di euro di prodotti Made in Italy da parte di circa 12mila imprese italiane che già utilizzano anche la logistica di giganti del web per velocizzare gli ordini. A questo ritmo, se la crescita continuerà in questi termini, entro il 2020 si potrà superare il miliardo di esportazioni di beni italiani.

Le stesse piattaforme di e-commerce hanno fiutato l’affare, tanto che dal 2010  hanno investito oltre 1,6 miliardi di euro creando una rete nel nostro Paese. Un matrimonio quello tra le piattaforme on line e la piccola media impresa italiana che è destinato a crescere in doppia cifra nei prossimi anni, anche perché questa vetrina on line è diventata un alleato indispensabile per riuscire a toccare ogni angolo del pianeta con un semplice click. Va però considerata la resistenza dell’imprenditoria di qualità del Belpaese che comunque non abbandona il commercio al dettaglio, strumento indispensabile a servizio del turista in visita alle nostre città d’arte, portando avanti i dettami di tradizione e artigianalità di ogni prodotto.

Visti i buoni propositi, non possiamo che augurarci che il nostro tricolore possa sventolare ancora a lungo in tutti i mercati internazionali e l’avanzamento tecnologico non diventi un freno per quello che di natura sarà sempre buono, artigianale, bello, caratteristico, unico e creativo“.

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la