Il ministro Orlando oggi a Viterbo

Riceviamo e pubblichiamo: “Entra nel vivo la campagna congressuale del comitato “Viterbo Bella e Democratica per Gianni Cuperlo segretario” e dopo giorni di ministro-orlandoconfronto interno sulla nostra idea di paese e su come il Partito democratico possa essere utile a realizzarla, è arrivato il momento di una no stop “Bella e democratica”.

Martedì 26 novembre (oggi, ndr.), al Glitter Cafè (Largo Africa 15 – park ex supermercato Famila, zona Cittadella salute), insieme ai tanti che nei circoli del Pd della

Tuscia hanno animato la campagna delle convenzioni, lanciamo la nostra sfida per Cuperlo segretario.

Cominceremo nel pomeriggio, alle 17,30, con un’assemblea di sostenitori di Cuperlo che servirà a organizzare il lavoro che porterà alle primarie dell’8 dicembre.

Si continuerà, a partire dalle 19,30, grazie alla presenza del ministro dell’ambiente Andrea Orlando, confrontandoci su temi quali lavoro, diritti, cultura, con rappresentanti di associazioni e singoli cittadini, seguendo la traccia del documento congressuale “la bellezza della dignità”.

Sarà un dibattito diverso dal solito perché caratterizzato da testimonianze di chi, quotidianamente, battendosi contro le ingiustizie e le posizioni di rendita sempre più dominanti, prova a cambiare l’Italia tutti i giorni. Il filo conduttore sarà rappresentato dalla lettura della società che offre la generazione più giovane che, ovviamente, è quella più in difficoltà nel nostro tempo. Studenti, precari, giovani professionisti, saranno i protagonisti di questa iniziativa.

Inizieremo volgendo innanzitutto lo sguardo sui diritti di cittadinanza con Emanuela, giovane donna attiva nel sociale; poi ci sarà Gian Maria, poco più che quarantenne, partita iva, impegnato nel mondo della cultura in Italia ed in giro per l’Europa.

Di seguito Giulia, giovane studente universitaria fuorisede e poi Marta, poco più di trent’anni, precaria della scuola. Persone comuni, nomi comuni, volti sconosciuti al grande pubblico che rappresentano lo spaccato di una società che divora futuro, ingessata, ferma ed ingiusta. Una società nella quale il valore del lavoro torni ad essere riconosciuto come elemento fondamentale per la dignità delle persone.

La stessa società che loro, gli interlocutori del ministro Andrea Orlando, vorrebbero più libera e più giusta e che noi, anche grazie al loro contributo, vogliamo costruire. Chiuderemo la serata con il concerto del Trio Volpara, scelta anche questa non causale, un gruppo che attraverso la musica racconta la storia di un’altra società, una società più attenta, più libera, più Bella e Democratica”. 

   

Leave a Reply