Il Museo Naturalistico del Fiore di Acquapendente parteciperà alla mostra-laboratorio presso il mercato della Terra-Slow food di Colleferro

ACQUAPENDENTE (Viterbo) – “Fiori giganti come punto di partenza per ricostruire la rete della vita e la tessitura dei paesaggi. Un viaggio nella biodiversità vegetale alla scoperta degli equilibri biologici, delle relazioni tra i fiori e gli insetti impollinatori, delle strategie di conservazione degli ecosistemi”. Con questa Sezione il Museo Naturalistico del Fiore di Acquapendente prenderà parte Domenica 20 Febbraio alla mostra-laboratorio in programma presso il Mercato della Terra – Slow Food di Colleferro. In contemporanea le altre Sezioni dei Musei appartenenti al sistema Resina (Museo del Tempo di Saracinesco, Museo Adolfo K. De La Grange di Allumiere. Museo del Fiume di Nazzano Romano, Museo Naturalistico dei Monti Prenesrini, Museo Naturalistico di Lubriano, Museo dell’Energia di Ripi), che in partnership con Slow Food Lazio organizzeranno l’evento: “Al via”, sottolinea in una nota informativa il Sistema Museale, “la tappa inaugurale della mostra laboratorio. Un allestimento di reperti, modelli, esperimenti ed exhibit interattivi dedicati a raccontare a tutti, adulti e bambini, la biodiversità del Lazio e l’uso sostenibile degli ecosistemi, alla luce dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile. Un ringraziamento alla Regione Lazio per il sostegno. alla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco per il patrocinio, ed al Mercato della Terra di Colleferro inserito nella rete slow-food per l’organizzazione. Ed, infine, agi espositori ed agli artigiani del cibo, che ci permetteranno di conoscere la biodiversità ed i prodotti di eccellenza del territorio laziale”.

 

Print Friendly, PDF & Email