Il Parco Robinson sarà inaugurato la prossima settimana, il Teatro dell’Unione no

Michelini Ciambella Zucchi SaraconiTanti auguri al nuovo segretario generale, la dott.ssa Francesca Vichi e soliti “stracci” che volano tra maggioranza e opposizione.

 

Il consiglio comunale odierno si è aperto con l’ormai immancabile ritardo di numerosi consiglieri di maggioranza e opposizione – evidentemente affaccendati per tutelare l’interesse collettivo – ed il presidente Filippo Rossi che ha ricordato come lui “tendenzialmente” preferirebbe iniziare in orario… (roba che se fossimo stati a scuola e beccavi un prof scorbutico fioccavano le note sul registro…).

 

 

Il consigliere Daniela Bizzarri, come molti altri suoi colleghi, ha salutato l’arrivo del nuovo segretario generale, la dott.ssa Francesca Vichi: “Abbiamo fatto tredici con il suo arrivo, un fatto storico per la città di Viterbo, mai viste tante donne nel consiglio comunale, è un grande motivo di soddisfazione”. “Ma che ce frega?!?” ribatte una cittadina presente al consiglio evidentemente priva di paziena e bon ton (ma forse era di Grotte Santo Stefano e allora si capisce il nervosismo, leggi “antenna improrogabile”… ndr).

 

Prima della discussione dei punti all’ordine del giorno il consigliere Ubertini interroga la maggioranza: “Mi trovo nuovamente a sollevare delle problematiche che avremmo potuto soprassedere se il sindaco mi avesse risposto, sicuramente avrà avuto qualcosa di importante da fare. La prima riguarda il solito Parco Robinson, da otto mesi e mezzo dalla nota dell’assessore, non si riesce a vedere l’apertura. Il 31 luglio si era in attesa degli allacci per la corrente elettrica per l’irrigazione… io sono passato ho visto il parco bello verde. Inoltre alcuni componenti del Pd si sono preoccupati dell’intitolazione del Parco, perché a distanza di due mesi non è ancora aperto. L’altro riguarda il parcheggio delle Pietrare all’assessore Saraconi. Il sindaco aveva espresso perplessità sui 400mila euro di perdita di cui soffrirebbe la Francigena, verificheremo i motivi, comunque un aspetto che poteva portare qualche profitto, come il parcheggio delle Pietrare, resta chiuso, quindi chiedo anche per questo perché.

 

Sul parcheggio delle Pietrare il Sindaco Michelini ha prontamente risposto: “C’è un problemino tra l’amministrazione ed il soggetto che ha realizzato il parcheggio delle Pietrare e mi sembra un pochino fazioso ricordarlo ora e non mi sembra nemmeno buon senso… anche il discorso del parco Robinson si tratta di un lavoro piuttosto datato…”. Su questo punto ha chiarito la situazione l’assessore competente annunciando che al massimo entro la metà della prossima settimana i cittadini potranno assistere all’inaugurazione ufficiale del Parco.

 

Il consigliere De Alexandris ha chiesto poi quali tempi siano previsti per l’agibilità del Teatro dell’Unione e se ci siano interventi da fare. Quali strategie, insomma, l’amministrazione intende attuare per risolvere questa problema”.

Poi la De Alexandris ha rivolto l’attenzione alle rampe per i disabili (che a Viterbo praticamente non esistono, se non in pochissimi casi): “Tenuto conto che la maggior parte dei negozi non è a norma e considerando che si paga una tassa per le rampe chiedo 1) cosa si può fare per migliorare l’agibilità, 2) rampe di accesso per i disabili e 3) potrebbe essere questo (ovvero il fatto che si debba pagare un’occupazione del suolo pubblico per inserire una rampa, ndr) un motivo per cui nessun locale pubblico nel centro storico è provvisto di rampe per disabili?”.

Il consigliere di Viva Viterbo ha poi chiesto l’attenzione dell’assessore Saraconi su un giardino a Porta Fiorita che confina con una proprietà privata: “Di notte in questo giardino succede di tutto, botte, drogati.. confinando con una proprietà privata i proprietari mi hanno fatto una domanda su come tenere questo giardino pubblico un po’ più controllato.

 

Questa la risposta dell’assessore Assessora ai Lavori Pubblici Raffaela Saraconi: “I lavori del Teatro riguardavano il rifacimento degli impianti che sono stati completati però l’appalto non prevedeva la ritinteggiatura, l’intonacatura, ecc. gli impianti sono non aperti per decoro… mancano tinteggiature non da poco… per quanto riguarda la copertura non c’è alcuna pericolosità. L’architetto Contessa ha chiesto semplicemente un sopralluogo”.

 

La “bella notizia” arriva dall’assessore alla Cultura Barelli: “In merito alla stagione teatrale è chiaro che il Teatro dell’Unione non sarà utilizzato per la stagione 2013-2014 e per questo ci organizzeremo diversamente, cercando un’altra location…”.

 

Che, a occhio e croce, non sarà Ferento.

   

Leave a Reply