Il presidente della Provincia Romoli esprime solidarietà al ministro Roccella

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Esprimo piena solidarietà al ministro per la famiglia, la natalità e le pari opportunità Eugenia Roccella, costretta questo pomeriggio ad abbandonare gli Stati Generali della natalità in corso Roma a causa di incivili e antidemocratici contestatori.

È inammissibile che nel 2024 in Italia si impedisca a un ministro e una cittadina di parlare ed esprimere le proprie opinioni nel pieno rispetto delle diversità di vedute politiche e sociali. La forza di una democrazia sta proprio nella pluralità di voci che si incontrano, dibattono e che devono essere sempre tutte garantite.

Contestare e protestare sono diritti sacrosanti previsti dalla nostra Costituzione, purché tale attività nel pieno rispetto delle leggi e della civica convivenza. Quanto successo oggi pomeriggio a Roma, dove alcuni facinorosi antidemocratici con urla e fischi hanno impedito al ministro Roccella di parlare, è di una gravità inaccettabileW”.

Alessandro Romoli

Presidente della Provincia di Viterbo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE