Il Presidente Mattarella all’Unitus: ”Le sfide del nostro tempo sono difesa dell’ambiente e cura del territorio”

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – L’Università degli studi della Tuscia ha compiuto quarant’anni e questa mattina, 26 febbraio, dinanzi al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è tenuta l’inaugurazione dell’Anno Accademico 2018-2019 in un’elegante cerimonia  svolta nell’Auditorium del Rettorato di Santa Maria in Gradi alla quale hannno partecipato numerose autorità civili, militari e religiose.

Rettore Alessandro Ruggieri

L’evento si è aperto con l’Inno Nazionale affidato ai cantori del Coro dell’Università diretti dal maestro Antonella Bernardi.  A seguire il discorso inaugurale del Magnifico Rettore Alessandro Ruggieri che ha posto l’accento su cultura, competenze, educazione, uguaglianze sociali, indipendenza. In una articolata e brillante disamina ha illustrato i percorsi intrapresi in questi anni dall’ateneo che è uscito dalla propria sede con uno sguardo all’Europa tessendo collaborazioni e mettendo in evidenza i risultati ottenuti con gli studenti grazie al corpo docenti di grande livello. E sciorina numeri:  circa 8.500 studenti, 35 corsi di studio, 7 dottorati di ricerca, una scuola di specializzazione, 5 master.

Inno Nazionale, Coro Università

Poi come da Programma hanno preso la parola Filippo Lazzari, Rappresentante degli studenti e Maria Adele Savino del Personale Dirigente e Tecnico-amministrativo.

A seguire la prolusione “Sostenibilità ambientale, sviluppo economico e responsabilità sociale”. del prof Marco Frey, docente di Economia e gestione delle imprese presso la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e presidente della Fondazione Global Compact Network Italia (cui è associata Unitus), che ha evidenziato in modo dettagliato ed esaustivo,  con delle slide  proiettate sulle schermo, la criticità della situazione ambientale che si ripercuote  sulla vita economica italiana ed europea.

Dopo gli applausi  interviene  il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha salutato e ringraziato tutte le autorità in sala,  il corpo docente, il personale amministrativo e tecnico, il rappresentante degli studenti e tutti gli studenti e le studentesse dell’Ateneo che di questa Università, come tutte le università sono il centro dell’obiettivo. Rivolge un saluto ai Rettori degli Atenei presenti che rappresentano il sistema di cultura del nostro Paese.

“Quaranta anni non sono pochi – dichiara il Presidente Mattarella – In realtà questa Università fonda le radici di basi molto più antiche, se non ricordo male tra 27 anni, i giovani potranno celebrare i 500 anni del primo Studium di Viterbo che era situato in Palazzo dei Priori, e quindi un Ateneo che ha radici in una lunga tradizione culturale, come abbiamo ascoltato dall’interessantissimo intervento del Magnifico Rettore Ruggieri, ha contribuito in questi quaranta anni ad alzare il livello culturale del territorio di riferimento.

“Al contempo, questo Ateneo ha aperto gli orizzonti del suo corpo docenti e degli studenti, realizzando intese con 38 atenei di altri Paesi. E’ un’attenzione che caratterizza le nostre università quella di contribuire in maniera decisiva al livello culturale del nostro Paese e quello di collegarsi alla rete internazionale della cultura e dell’approfondimento.

“Vorrei ringraziare il Rettore per la scelta del tema della prolusione ringraziando il prof. Marco Frey per quanto ci ha presentato. La tematica ambientale è veramente fondamentale.

 

Qualche mese fa ho firmato insieme ad altri capi di Stato, su iniziativa del Presidente della Repubblica austriaca, un documento comune per sottolineare come i mutamenti climatici rappresentino la sfida cruciale di questo nostro momento storico di questi anni. Abbiamo molte sfide davanti, molti fronti ma quello specifico di questo tempo è davvero il mutamento climatico e la difesa dell’ambiente.

“In questo, questo Ateneo, per le ragioni della sua nascita, della sua genesi, per come è sorto ampliando successivamente nella maniera larga e articolata l’offerta formativa, questo Ateneo è particolarmete chiamato a tematiche di questo tema.

“E collegato a questo, all’interno di questo, ve ne è uno specifico del nostro Paese che rientra nel tema ambientale ed è la cura del territorio. Cura del territorio che riguarda e realizza un interesse primario per l’Italia, non soltanto perché la cura del territorio salvaguarda la bellezza del nostro Paese, patrimonio riconosciuto in ogni parte del mondo ma anche per i motivi economici, la cura del territorio è decisiva per il nostro sviluppo.

“Nel nostro Paese molte delle emergenze e calamità naturali sono dovute alla scarsa cura del territorio o quanto meno si sono aggravate le conseguenze, sistema centrale e prioritario che si ripercuote sul  sistema economico. E anche su questo, questo Ateneo è chiamato ad un contributo particolarmente importante.

“Il rappresentate degli studenti ha parlato della centralità degli studenti anche della centralità su questo tema. A loro è affidata una forte responsabilità di sollecitazione e di spinta, per sospingere anche le istituzioni in questa direzione.

“Non è senza significato che in questo periodo una giovane studentessa svedese, Greta di nome, sta sottoponendo le istituzioni europee a una forte sollecitazione sul tema ambientale.

“Ai giovani è molto affidato questo compito anche perché il prof. Marco Frey nella sua prolusione vi è una equità intergenerazionale che siamo chiamati a rispettare per non depauperare le successive generazioni di quel che noi abbiamo potuto utilizzare. Auguri e buon Anno accademico”.

Nell’Auditorium un parterre di personaggi di alto livello, dal questore di Viterbo  Massimo Macera, al procuratore  Paolo Auriemma, dal presidente della Provincia Pietro Nocchi al sindaco Giovanni Arena,  da Massimiliano Smeriglio e Alessandra Troncarelli della Regione Lazio al Vescovo Lino Fumagalli.  Tra gli altri, anche il presidente dell’Unindustria Filippo Tortoriello e Stefania Palamides, presidente Unindusria Viterbo. E tanti altri parlamentari e consiglieri comunali e regionali. Una festa. (video fonte: Presidenza della repubblica italiana Quirinale).

 

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Lega Civita Castellana: “Nessun risentimento, ma non stiamo a giochi di partito”LEGGI TUTTO
CIVITA CASTELLANA (Viterbo) – Riceviamo da Lega Civita Castellana e pubblichiamo. In merito alla candidatura a sindaco per Civita Castellana
Autorevoli relatori per il convegno di studi sul conflitto intrafamiliareLEGGI TUTTO
VITERBO – Conflitto Intrafamiliare, se ne parla con autorevoli esperti in un convegno di studi che si terrà a Viterbo
Viterbo, cena di solidarietà per il progetto “Casa Tetto Amico”LEGGI TUTTO
VITERBO – Progetto “Casa Tetto Amico”, grazie alla cena di beneficenza raccolti 2.500 euro. L’iniziativa, organizzata da Maurizio e Franco
Campionato nazionale wheelchair hockey Serie A1: trasferta amara per la VitersportLEGGI TUTTO
Domenica 24 marzo 2019 la Vitersport in trasferta a Sabbioneta (MN), non riesce a raccogliere nemmeno un punto dei tre
Staffetta per la Speranza direzione Papa Francesco”: 500 km per i bambini malatiLEGGI TUTTO
Fare ricerca è un gioco di squadra. Richiede collaborazione, sostegno, impegno e preparazione per arrivare al risultato. Le stesse caratteristiche
Anche a Viterbo la committenza privata interviene per salvaguardare il patrimonio culturale cittadinoLEGGI TUTTO
VITERBO – Situazioni sempre più pressanti di tutela e conservazione del patrimonio storico e artistico italiano, nel panorama socio-economico di
Sfida decisiva tra Ants e Santa MarinellaLEGGI TUTTO
Terzo ed ultimo atto della semifinale playoff tra Ants Viterbo e Santa Marinella. In questo mercoledì pomeriggio, al PalaMalè, chi
Viterbo, assemblea annuale dell’associazione “Libellula Libera”LEGGI TUTTO
VITERBO – Si è svolta domenica 24 marzo, l’Assemblea annuale dell’associazione “Libellula Libera” di Viterbo, presso il ristorante “Acquarossa”, in
Al Museo della Zecca di Roma, studenti alla scoperta di tesori nascostiLEGGI TUTTO
L’iniziativa #IMartedìdelleScuole ideata e organizzata dal Museo della Zecca di Roma, oggi ha visto coinvolti gli studenti degli Istituti Villa
Incendio impianto di Rocca Cencia, il sindaco Arena: “Nessun rifiuto sarà dirottato su Viterbo”LEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- Il sindaco Giovanni Arena sempre questa mattina ha tenuto a precisare la situazione dei rifiuti dopo