Il progetto “Lowinfood” approvato dalla Commissione Europea, capofila l’Unitus

VITERBO – “Una bella sfida per le nostre imprese della panificazione, chiamate a dare un contributo alla ricerca di soluzioni innovative per la riduzione dello spreco di cibo e dei rifiuti. Ed una opportunità per il territorio, partecipe, grazie all’Università della Tuscia, di un importante progetto che ha come orizzonte la sostenibilità del sistema economico e sociale e dell’ambiente”. Il progetto di cui parla Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, si chiama “Lowinfood”. Approvato dalla Commissione Europea, che lo ha finanziato con 5 milioni e mezzo di euro, ha come capofila, appunto, l’Università della Tuscia, project manager la ricercatrice Clara Cicatiello.

Ventisette gli attori, provenienti da dodici Paesi europei: nove centri di ricerca, otto realtà specializzate nell’innovazione, due istituzioni pubbliche, sette tra imprese e associazioni che operano nel settore food, un gruppo per la comunicazione.

Non è accettabile che il 20 per cento del cibo prodotto finisca tra i rifiuti. Ma come evitarlo? Il problema sarà affrontato con un lavoro (che durerà quattro anni) sull’intera catena, incluso il consumo, mettendo sotto osservazione, in particolare, i settori ittico, dell’ortofrutta e della panificazione. Per quest’ultimo, partner del progetto è la CNA di Viterbo e Civitavecchia con la propria Associazione dei Panificatori.

“Lowinfood – sottolinea Melaragni – rafforzerà il rapporto tra le imprese e l’Ateneo viterbese, che si conferma polo d’eccellenza non solo a livello nazionale”.

Ed ecco chi sono i 27 partner.

Ricerca: Università degli Studi della Tuscia (capofila), Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Sveriges Lantbruksuniversitet (Svezia), Fachhochschule Munster (Germania), The James Hutton Institute (Regno Unito), Universität für Bodenkultur Wien (Austria), Tampere University (Finlandia), Harokopio University (Grecia), Österreichisches Ökologie-Institut (Austria).

Innovazione: Matomatic AB (Svezia), Foresightee BV (Belgio),  Leroma GmbH (Germania), Mitakus analytics UG (Germania), Kitro SA (Svizzera), CogZum Bulgaria OOD (Bulgaria), Recuperiamo srl (Italia), Antegon GmbH (FoodTracks) (Germania).

Imprese e associazioni che operano nel food: Unverschwendet GmbH (Austria), Akademie Deutsches Bäckerhandwerk Nord GmbH (Germania), Pianeta Cospea srl (Italia), CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia, Italy Assemblée des Régions Europeéennes Fruitiéres, Légumières et Horticoles (Francia), L.V.L.AE Blue Meltemi Hotel and Spa (Grecia), Iridanos Inambelos SA Thalassa Hotel (Grecia).

Istituzioni pubbliche: Regione Emilia-Romagna, Uppsala Kommun (Svezia).

Comunicazione: Elhuyar (Spagna).

 

Print Friendly, PDF & Email