Il progetto Ted è realtà, installato il primo pannello a Vetralla

VETRALLA ( Viterbo) – Dopo l’uscita della versione online (raggiungibile dal sito https://www.tedwebgis.altervista.org/) il primo pannello raffigurante i territori circostanti il Comune di Vetralla (tra cui Blera, Villa San Giovanni in Tuscia, Barbarano Romano e Capranica) è stato apposto nei pressi degli uffici turistico e della Proloco proprio lungo la Via Francigena.

Gli ideatori del progetto sono il geologo Gabriele Trevi, l’archeologo Leonardo Maltese e il biologoco Mauro Presciutti.

In questa versione è possibile identificare con facilità sentieri e punti di interesse ed interagire, tramite codice QR, con il servizio del Comune di Vetralla che fornisce informazioni su ristoranti, attività commerciali, servizi, trasporti, orari ed informazioni utili e di emergenza.

Questo risultato, frutto dell’esperienza maturata nell’ambito del progetto di stage di Master Universitario in #Geomatica presso il Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena, ha come obiettivo il creare una piattaforma alla quale ognuno può contribuire creando di fatto un quadro virtuale sempre più dettagliato del territorio della Tuscia, fruibile tramite la tecnologia digitale e satellitare e adatto a qualsiasi tipo di esperienza: dalla semplice ricerca di un ristorante o di un sito d’interesse da visitare fino all’escursione più impegnativa.
Vogliamo ringraziare in particolar modo la Proloco di Vetralla nella persona della presidente Stefania Carlini che fin da subito ha dimostrato interesse e sostegno al nostro lavoro, il Comune di Vetralla nella persona di Daniela Venanzi che ci ha aiutato a far conoscere questo progetto al di fuori dei territori comunali e naturalmente CAI Sezione di Viterbo che vedendo il potenziale di questa cartografia ci ha insignito del suo patrocinio.
Il progetto TED nasce per fornire un’informazione scientifica coerente e alla portata di tutti, mettendo al centro la rivalutazione e conoscenza del territorio, creando sinergie e mezzi utili ad esplorarlo e riscoprirlo…
Print Friendly, PDF & Email