Il questore Fausto Vinci saluta la città di Viterbo (VIDEO)

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- Dopo un anno e 5 mesi di servizio a Viterbo il questore Fausto Vinci lascerà la città dei Papi per prendere servizio a Latina e questa mattina ha voluto salutare la stampa. Al suo posto subentrerà Luigi Silipo, che attualmente ricopre la carica di questore di Macerata. “Dal 29 maggio prenderò servizio a Latina – ha esordito- A Viterbo sono stato molto bene. E’ stato un anno e mezzo intenso, dove abbiamo fatto tantissime cose”. Il questore ha evidenziato la bravura e l’impegno dei suoi collaboratori e la collaborazione tra istituzioni, con cui si è instaurata “una grande unione di intenti”. Nel ricordare le varie attività svolte sul campo, l’ultima che ha riguardato l’arresto dei turchi a Bagnaia, ma anche l’impegno per il disinnesco della bomba della seconda guerra mondiale dello scorso 7 maggio, il trasporto della Macchina di Santa Rosa dello scorso settembre e poi il grande lavoro di controllo del territorio in particolare nel centro storico e San Faustino. “Secondo me il livello di sicurezza di Viterbo è abbastanza positivo – ha aggiunto – Si può fare di sicuro di più ed il mio sostituto potrà fare ancora meglio. Ringrazio i colleghi della Guardia di Finanza per la collaborazione”. Al riguardo il questore ha sottolineato come un’azione sinergica debba durare nel tempo. “Non basta la pattuglia della Volante o dei Carabinieri, c’è tutto un sistema che deve andare dalla stessa parte”. Inoltre, il questore ha evidenziato come in questo ultimo anno i reati siano diminuiti a Viterbo del 9 %.  Il questore ha quindi ricordato i vari Daspo urbani e Willy e gli incontri svolti con i gestori delle discoteche come con i cacciatori. Ha anche apprezzato come sia stata gestita la protesta degli agricoltori ad Orte, una gestione d’ordine pubblico senza blocchi stradali. Parlando delle operazioni più importanti portate avanti, il questore Vinci ha tenuto a sottolineare come per lui sia importante anche arrestare chi fa le truffe agli anziani. “Si tratta di piccoli reati, che però al cittadino danno più fastidio – ha affermato- Dobbiamo occuparci sia delle grandi che delle piccole indagini, come quella che ha visto l’arresto di colui che rompeva le vetrine del centro storico. E’ importante non tralasciare il quotidiano e spero di aver dato questa sensazione”. Un pensiero è poi andato ai cittadini viterbesi: “Ringrazio i viterbesi che hanno avuto molta pazienza, li ho apprezzati tantissimo anche per la disponibilità mostrata per il disinnesco della bomba, sono stati molto collaborativi”. Ha, quindi, evidenziato il rapporto instaurato con i 4 comitati di quartiere di Viterbo, che ha definito “un punto di riferimento importante”. Un grazie, infine, al Sodalizio dei facchini di Santa Rosa, con cui il questore ha creato anche un grande rapporto di amicizia ed un grazie alla Prefettura, al Comune, alla Provincia ed ai 60 sindaci della Tuscia. “Tutta la provincia per me è importante come la città- ha rimarcato- Ho passato un periodo bello qui a Viterbo – ha concluso il questore Vinci- ma mi rivedrete spesso da turista e da ospite”.

Infine, il questore ha presentato la nuova dirigente della Digos, Flaminia Donnini, già da qualche mese a Viterbo, evidenziando la sua giovane età.

Foto di Anna Maria Stefanini e Federico Usai. Video di Anna Maria Stefanini

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE