Il Sistri sarà abolito dal 1° gennaio 2019, Melaragni (CNA): “Finisce un incubo”

VITERBO – “Dopo anni di battaglie, finalmente finisce un incubo”. La segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, Luigia Melaragni, saluta così la decisione del governo di abolire il Sistri a partire dal 1° gennaio 2019. Decisione contenuta nel “decreto semplificazione” di prossima approvazione da parte del Consiglio dei ministri.

Il sistema di tracciamento informatico dei rifiuti pericolosi è stato, sin dall’inizio, più di nove anni fa, un problema per le imprese: non ha mai funzionato, ha complicato la vita di chi ha dovuto rispettare l’obbligo, è risultato costoso, non ha aiutato la legalità. E la CNA si è sempre spesa per chiederne l’abolizione e la sostituzione con un sistema efficiente ed efficace. “Grazie a questo nostro impegno – dice Melaragni – nel tempo la platea delle aziende assoggettate si è assottigliata e sono state introdotte modifiche. Ma il Sistri ha continuato a rivelarsi dannoso: la scelta è costata alle imprese circa 200 milioni di euro, che arriva al miliardo se si calcolano anche le spese indirette. Ed è anche di complicata gestione, parliamo dunque di tempo e denaro che avrebbero potuto essere investiti diversamente”.

La CNA nazionale, appena lo scorso ottobre, aveva anche effettuato un’indagine tra le imprese, per far venire alla luce con i numeri quanto era già stato ampiamente espresso con le parole: sono state 1.700, quelle associate, ad aver partecipato. Il 50,9 per cento è risultata assoggettata al tracciamento digitale dei rifiuti speciali, dal 2014 obbligatorio solo per i produttori con oltre dieci dipendenti e per le imprese coinvolte nel trasporto, recupero e smaltimento. Il voto sul sistema non ha lasciato spazio a dubbi: da 1 a 10, la media è stata 2,7. Una sonora stroncatura.

Nella Tuscia viterbese – secondo i dati forniti dall’Area Ambiente di CNA Sostenibile – sono interessate dal problema circa 40 aziende di trasporto, 10 di gestione impianti di recupero, 300 di produzione di rifiuti pericolosi.

“Esprimiamo soddisfazione per l’atto annunciato dal governo – conclude Melaragni -.  A questo punto ci auguriamo sia possibile costruire, con la collaborazione delle associazioni imprenditoriali, un nuovo strumento per tracciare i rifiuti pericolosi, basato su una struttura semplice e ad alta efficienza. Dovrà essere, in pratica, il contrario del Sistri”.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Bengasi Battisti incontra la Commissione ambiente della Camera a sostegno dell’acqua pubblicaLEGGI TUTTO
VITERBO – Dichiarazione di Bengasi Battisti, consigliere comunale, membro del Direttivo nazionale Associazione Comuni virtuosi, portavoce enti locali per l’acqua
La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare in sostegno del’Emporio Solidale di ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO- 614 chilogrammi di generi alimentari e prodotti per l’igiene! Questo è la straordinario risultato della raccolta alimentare delle donne e
Treni, il pendolare Tozzi:”I nostri treni veloci con il nuovo orario acquistano 10 minuti in più”LEGGI TUTTO
ORTE (Viterbo) – Riceviamo da Luigi Tozzi, pendolare di lungo corso e pubblichiamo: “Cara Redazione, chiedo ancora ospitalità al vostro giornale
Alla palestra Invictus Gym non ci si ferma mai. Ecco l’esibizione di NataleLEGGI TUTTO
di EMANUELE FARAGLIA – VETRALLA (Viterbo) – L’esibizione di Natale della palestra Invictus Gym di Vetralla sarà un evento da
Caporalato, Cenni (Pd): “Governo intende rinnovare protocollo 2016?”LEGGI TUTTO
ROMA – “Concordo con l’istituzione del tavolo sul caporalato, prevista dal decreto fiscale, e con l’intenzione del ministro Di Maio
L’AISM dona due presepi al Comune: sindaco Arena e assessore Sberna ringrazianoLEGGI TUTTO
VITERBO – In occasione del 50° anniversario della costituzione dell’AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla – la sezione provinciale viterbese
Successo per la prima tappa del Fit Junior Program tra sano sport e divertimentoLEGGI TUTTO
di F. BRUTI – VITERBO – Nel weekend di sabato 15 e domenica 16 si è svolta la prima tappa
Ronciglione, il sindaco Mengoni dice no alla chiusura del punto di primo interventoLEGGI TUTTO
RONCIGLIONE (Viterbo) – Il sindaco Mario Mengoni ha partecipato nella mattinata di ieri 17 dicembre ad una riunione con la
Vignanello, tutto pronto per l’originale Tombola ViventeLEGGI TUTTO
VIGNANELLO (Viterbo) – Tutto pronto, a Vignanello, per un appuntamento unico nel suo genere: quello con la Tombola Vivente Vignanellese.
Bagnaia, il 21 dicembre la presentazione del libro sui VenerabiliLEGGI TUTTO
BAGNAIA (Viterbo) – La storiografia di Bagnaia si arricchisce di un nuovo libro. Venerdì 21 dicembre alle ore 18,30 nella