Il terzo polo si presenta con Calenda a Viterbo (VIDEO)

di MARIELLA ZADRO-

VITERBO In vista delle elezioni regionali del Lazio che si terranno il prossimo 12 e 13 febbraio 2023, si è svolta presso l’auditorium di Unindustria la presentazione dei candidati del Terzo Polo composto da Azione e Italia Viva a sostegno del candidato di centrosinistra Alessio D’Amato.
Ha presentato l’incontro, il coordinatore provinciale di Italia Viva Felice Casini.
“Dobbiamo tutti impegnarci per dare vita a questo Terzo Polo. Dobbiamo credere a questo progetto, che ha dato alcuni risultati e sarà una campagna in previsione della tornata elettorale del 2024. Dobbiamo credere a questo progetto di ampio respiro, perché riformista, liberare e democratico”.

La prima a presentarsi, Barbara Assanti, funzionario delle Ferrovie dello Stato.
“Non mi considero un politico, da circa un anno mi sono ritrovata in un bel partito che sta lavorando per gruppi tematici. Io sono inserita nel gruppo trasporti. Il programma della coalizione è frutto del lavoro di tutto il gruppo. Dobbiamo essere consapevoli di sostenere persone che ci rappresentano”.

L’altra candidata, Paola Goglia, avvocato ed ex assessore a Civita Castellana.
“Vengo dal mondo dell’avvocatura e lavoro nell’ambito civilistico. Mi sono avvicinata alla politica nel 2019 da altre esperienze politiche. La pubblica amministrazione è una macchina troppo complessa per essere affrontata da soli, non si può lasciare in mano ad improvvisatori. La politica deve essere affrontata con serietà”.

Alessio Trani, ex Presidente di Confagricoltura Lazio. Arrivato da Roma per lavorare nell’azienda di famiglia, ha rappresentato sempre gli agricoltori anche a livello regionali dove si è reso conto che quello che valeva prima, ora non vale più. Nella politica non ci possono essere più divisioni, ma si deve unire, comportandosi in maniera istituzionale”.
Ha concluso le presentazioni, Giacomo Barelli, segretario provinciale di Azione.
“La buona politica è quella che fa accadere le cose. La nostra coalizione potrà vincere queste elezioni, perché nell’ultima tornata elettorale lo abbiamo fatto con la stessa coalizione riformista. Noi ripartiamo con il coraggio, con la cultura di una politica diversa, che s’impegna concretamente per la sanità, la scuola e l’ambiente”.
Le conclusioni al presidente del Terzo Polo Carlo Calenda.
“La politica ha bisogno di capacità amministrativa e gestionale. Manca completamente alla nostra attuale classe politica. Abbiamo il dovere di partecipare alla vita pubblica. A me interessano persone libere, che considerano la loro crescita culturale. Sostengo d’Amato per le cose concrete che ha fatto, soprattutto per la sanità. Ai giovani dobbiamo dare il reddito di formazione, non quello di cittadinanza. Va sostenuta la cultura generale”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email