Il Vangelo della domenica, IV del Tempo Ordinario

Vangelo

Lc 4,21-30
Gesù come Elia ed Eliseo è mandato non per i soli Giudei.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù cominciò a dire nella sinagoga: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».
Tutti gli davano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è costui il figlio di Giuseppe?». Ma egli rispose loro: «Certamente voi mi citerete questo proverbio: “Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafàrnao, fallo anche qui, nella tua patria!”». Poi aggiunse: «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidòne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro».
All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.

Parola del Signore

COMMENTO:  Dio ci ha dotati di intelligenza e di libertà, in questo dono sta la nostra grandezza e la capacità di accogliere la salvezza che Gesù, nella sua misericordia,  continua ad offrici.  La relazione con Lui è vitale. Sarebbe forse sincero e credibile chi dicesse di non averlo mai incontrato quando- come afferma San Giovanni-  Cristo è “la luce vera che illumina ogni uomo”.  Nessuno può sfuggire alla luce: è una meraviglia che s’impone. Dal suo sorgere le cose sono là, nella loro realtà,  come pure i volti degli uomini che ci attorniano. In un’omelia papa Francesco affermava che esistono tre differenti tipologie di persone: i “figli della luce”, color che vivono secondo gli insegnamenti di Gesù con misericordia, carità e perdono; i figli delle tenere, che si distinguono subito per il modo di parlare incentrato sulla modernità, sulle cose sporche e sull’ipocrisia e, infine, i “cristiani del grigio”, quelli che non sono né figli della luce né delle tenebre. A quale di queste tre categorie apparteniamo? Se accogliamo la Luce, perché tanta esitazione di manifestarci cristiani, perché tanti compromessi col male, perché il silenzio nel vedere la società scivolare verso un mondo sempre secolarizzato, fatto di coscienze cauterizzate?Gesù continua ad essere scacciato fuori dalla città degli uomini, per non dire già condannato a morte dai suoi vicini e parenti  che dimostrano di non conoscerlo. Le attenuanti alleviano la pena, ma tolgono la responsabilità personale. Sant’Agostino diceva ai suoi ascoltatori: “Chi ti ha formato senza di te, non ti salverà  senza di te”. “Convertirsi come risposta ad un appello ricevuto, significa rinvolgersi alla fonte dell’appello, prima che allontanarsi da tutto il resto”.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo e gli SpiritualiLEGGI TUTTO
di MARCO ZAPPA – VITERBO – Non è da molti anni che si parla di quello che rappresentò l’Ecclesia Viterbiensis nel
A Palazzo Brugiotti domenica è sempre domenica, grazie all’arte e alla musicaLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Gli incontri culturali promossi dalla Fondazione Carivit (16 dicembre 2018 -14 aprile 2019)
Gemellaggio Cori e Betlemme, firmata la Dichiarazione di IntentiLEGGI TUTTO
CORI (Latina) – I Sindaci Anton Salman e Mauro De Lillis hanno apposto la firma alla Dichiarazione di Intenti alla sottoscrizione
Tarquinia, gli inizi del turismo balneare al lido rievocati in una presentazione di foto d’epoca da AssolidiLEGGI TUTTO
TARQUINIA (Viterbo) – Nella fredda serata di venerdì 25 Gennaio si è svolto il terzo evento conviviale di Assolidi dell’anno sociale
Giulia Mecarini della Finass Assicurazioni Atl. Viterbo sotto i 12’00” nella gara dei 2 Km. di a S.Cesareo nel TrofeoLEGGI TUTTO
Continuano nei progressi le giovanissime marciatrici della Finass Assicurazioni Atl. Viterbo, hanno partecipato domenica 17 febbraio a S.Cesareo alla seconda
“Chorando Ensemble” torna con un concerto-spettacolo per il Carnevale, sabato 23 febbraioLEGGI TUTTO
VITERBO – “La Pazzia Senile “, capolavoro del compositore bolognese Adriano Banchieri, fu composto alla fine del XVI secolo ed
“Arte sui cammini”, mercoledì 20 febbraio la presentazione a San Lorenzo NuovoLEGGI TUTTO
SAN LORENZO NUOVO ( Viterbo) – Mercoledì 20 febbraio 2019, con inizio alle ore 14.45, presso la Sala consiliare del
A Valentano tre milioni di euro per combattere il fenomeno della dispersione scolasticaLEGGI TUTTO
VALENTANO ( Viterbo) – Tre milioni di euro per combattere il fenomeno della dispersione scolastica, erogati dal “Fondo Unico per
La Viterbese esce indenne da Cava de’ TirreniLEGGI TUTTO
di ALESSANDRO PIERINI – La Viterbese ottiene un buon punto contro la Cavese. I leoni, i quali sono costretti a
I poliziotti della Tuscia al corso di formazione SUPL-ANASPOLLEGGI TUTTO
VITERBO – Grande partecipazione ieri al corso di formazione sulla Polizia Giudiziaria per i poliziotti locali dei comuni della Tuscia,