Il Vangelo della domenica, Santissima Trinità

Vangelo
Mt 28,16-20
Battezzate tutti i popoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.
Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

Parola del Signore

COMMENTO: La festa della Santissima Trinità, istituita da Papa Giovanni XXII nel 1334, rappresenta un momento significativo per la Chiesa Cattolica, poiché commemora il mistero della Triade Divina e la pienezza della vita che essa dona all’umanità. Questa celebrazione, che cade la prima domenica dopo la Pentecoste, richiama l’unità tra Padre, Figlio e Spirito Santo e la loro relazione con l’umanità.

Il Vangelo di oggi sottolinea il legame profondo tra la risurrezione di Gesù e la sua relazione con Dio Padre. La fede cristiana vede in Cristo risorto colui che, unito al Padre e allo Spirito Santo, accoglie tutta l’umanità nella sua pienezza e bellezza, compresa la vulnerabilità delle creature terrene. Questa relazione trascendente si manifesta nel dialogo quotidiano dei fedeli attraverso la preghiera e nella consapevolezza della dignità di essere figli amati di Dio.

Il passo del Vangelo di oggi sottolinea anche l’importanza della libertà umana nel contesto della creazione divina e della redenzione offerta da Cristo. Se da una parte l’uomo ha il potere di dominare la creazione, dall’altra resta sempre bisognoso di liberazione da forme di schiavitù, materiali e spirituali. Attraverso Cristo, Dio si rivela come redentore e santificatore, offrendo agli uomini la speranza di una vita eterna e una dignità che trascende ogni condizione terrena.

La santificazione dell’essere umano avviene attraverso lo Spirito Santo, che abita in ciascuno di noi e ci rende consapevoli della nostra dignità divina. Questo processo porta alla contemplazione della bellezza della creazione e alla costruzione di relazioni basate sull’amore e sulla compassione verso gli altri.

Infine, si sottolinea il ruolo attivo dei credenti nel portare avanti il messaggio di Cristo nel mondo, attraverso la testimonianza di fede e l’opera di carità. La santificazione consiste nell’essere coinvolti nel regno di Dio, nell’amministrare i doni dello Spirito Santo e nell’essere testimoni dell’amore divino nella vita di tutti i giorni.

In definitiva, la festa della Santissima Trinità invita i credenti a riflettere sulla propria relazione con Dio e con il prossimo, celebrando la vita e la dignità umana donata da Dio attraverso Cristo e lo Spirito Santo.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE