In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa, edizione straordinaria il 4 dicembre

esilio 1Ispezionato e pulito il percorso per l’edizione straordinaria della manifestazione “In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa”, che si terrà il prossimo 4 dicembre.Un itinerario naturalistico religioso di rara bellezza tra boschi, sorgenti e castelli medioevali.

La manifestazione organizzata dall’associazione Take Off permette di vivere e rievocare ogni anno l’esilio subito dalla Santa Patrona di Viterbo.

Nei giorni scorsi alcuni esperti “camminatori” hanno effettuato un sopralluogo sui sentieri del tratto che da Viterbo porta a Soriano nel Cimino, precisamente dalle Sorgenti Acquaspasa fino alla chiesetta della Santissima Trinità, liberandoli da tronchi e arbusti caduti per il vento o per le recenti piogge.

Questa camminata coincide con il 763° anniversario dell’esilio di Santa Rosa iniziato, secondo le fonti storiche più autorevoli (descritto anche sulla Vita I), il 4 dicembre 1250.esilio 2

L’iniziativa, tra i diversi aspetti religiosi, storici e naturalistici, serve a comprendere il sacrificio che fece Santa Rosa, gravemente malata, nel tratto di circa 18 chilometri che va da Viterbo a Soriano nel Cimino, a poco più di due mesi dalla sua morte, avvenuta il 6 marzo 1251.

Un itinerario che prevede il passaggio in sentieri all’interno dei boschi dei Monti Cimini, attraverso un percorso che, anche a causa delle probabili avverse condizioni meteorologiche, potrebbe rivelarsi di media difficoltà. Si partirà comunque. Si consiglia per tanto, a tutte le persone che vorranno partecipare, di munirsi di abbigliamento adeguato per le basse temperature con impermeabile in caso di pioggia e copricapo, di pantaloni lunghi, di scarponcini chiusi antiscivolo e di un bastone. Si consiglia di portare anche un cambio d’indumenti nell’evenienza di bagnarsi per la pioggia o per il sudore.

esiluio 3L’appuntamento è alle ore 8 presso la basilica di San Francesco a Viterbo. Partenza dopo la lettura della Preghiera del Pellegrino e la benedizione impartita dal parroco padre Agostino Mallucci ofm. Nei locali adiacenti la basilica e lungo il tragitto verranno allestiti due punti di ristoro con bevande e spuntini. Il pranzo sarà al sacco durante una delle soste e ognuno dovrà provvedere per proprio conto. Per il ritorno da Soriano nel Cimino, nel primo pomeriggio, sono previsti o mezzi propri o l’uso del trenino Met.Ro. (ex Roma Nord). Chiunque sia intenzionato ad usufruire di quest’ultimo mezzo dovrà munirsi anticipatamente del biglietto o prenotarlo il giorno prima al numero 3382129568 che servirà anche per ricevere tutte le altre informazioni necessarie.

   

Leave a Reply