In sella ad Avezzano con la Granfondo Mtb La Via dei Marsi-Sport e Avventura

L’Abruzzo Mtb Cup 2016 si rimette subito in sella con la seconda prova in calendario: è la Granfondo Mtb La Via dei Marsi-Sport e Avventura che celebra quest’anno la decima edizione ad Avezzano. La gara, in programma domani, domenica 15 maggio, rappresenta senza dubbio uno degli appuntamenti più attesi di inizio stagione dell’intero circuito off-road di riferimento del Centro Italia oltre che della regione abruzzese.

L’ottima accoglienza, l’organizzazione certosina e la cura maniacale nei dettagli ad opera dell’Avezzano Cycling Team si aggiungono alla suggestione dei luoghi nei quali la granfondo si svolge: una combinazione rara di bellezza e natura con la storia e la civiltà romana che hanno lasciato tracce evidenti in tutta la Marsica.

Dal punto di vista tecnico, i due percorsi di 44 (lungo) e 29 chilometri (corto) sono alla portata degli amanti della mountain bike su strade forestali o prati per il 70% del tragitto con larghezza variabile da 2 a 3 metri e single track per il 30% nei boschi che toccano i territori di Antrosano, Castelnuovo, Forme, Massa D’Albe, Magliano dei Marsi ed Alba Fucens con traguardo fissato nella vastissima location del Centro Merci della Marsica (ritrovo ore 7:30, partenza ore 9:30), punto di riferimento del territorio come punto logistico per gli aiuti ai migranti e delle derrate che partono per i Balcani nonché pronta a riproporre una logistica ad hoc al servizio della Granfondo La Via dei Marsi.

Un impegno reso possibile in prima fila dall’amministrazione comunale di Avezzano, dal Parco Regionale Velino-Sirente, dalla Soprintendenza dei Beni Archeolgici, dalla Croce Rossa Italiana, da tutti gli sponsor che ruotano attorno il marchio di Avezzano Cycling Team: sono tanti i motivi di interesse per questa manifestazione che è stata al centro di una presentazione al municipio di Avezzano alla presenza di Fabrizio Amatilli (assessore allo sport di Avezzano), Brunella D’Alessandro (direttrice della Riserva del Monte Salviano) e Maria Teresa Letta (in rappresentanza della Croce Rossa).

Print Friendly, PDF & Email