Indebito utilizzo di strumenti di pagamento, una denuncia a Vignanello

VIGNANELLO ( Viterbo) – I militari della Stazione Carabinieri di Vignanello, a conclusione di attività d’indagine scaturita dalla denuncia presentata da un cittadino del posto, hanno deferito in stato di libertà per i reati di furto ed indebito utilizzo di strumenti di pagamento un 56enne operaio sempre di Vignanello. La vittima in data 29 maggio 2023 aveva patito il furto del proprio portafogli all’interno di un bar di Centignano e dopo il furto era risultato utilizzato la carta bancomat per il pagamento di merce in alcuni esercizi commerciali della Provincia di Viterbo. Gli accertamenti svolti dai carabinieri della Stazione hanno pertanto permesso di identificare il responsabile e denunciarlo alla competente autorità giudiziaria.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE