Intervista a Giuseppe Basili, responsabile della Globex MVR: “Velo-Ok? Polemiche pretestuose”

di EMANUELE FARAGLIA – Tra gli sponsor che hanno promosso il corso gratuito di specializzazione in diritto alla circolazione stradale tenuto a Vetralla (VT) da Alessandro Casale, Dirigente e Comandante di Polizia Locale, c’è anche la Globex MVR di Giuseppe Basili.

I più attenti ricorderanno che si tratta della stessa società finita nell’occhio del ciclone due anni fa perché accusata di vendere un servizio “farlocco” ai Comuni, come quello di Orte, che si avvalevano di un prodotto neppure previsto dal Codice della Strada. 

Del caso si interessarono anche le Iene di Mediaset, che intervistarono il rappresentante di un’associazione di consumatori il quale, dopo aver fatto numerose richieste al Ministero dei Trasporti, sottolineò come i Velo-Ok non potessero invadere i marciapiedi delle italiche strade perché non inquadrabili in alcuna delle categorie previste dal Codice della strada neppure come segnaletica stradale.

Gran clamore e inevitabili polemiche anche nel viterbese, poi della vicenda si son perse le tracce. Quest’oggi abbiamo ascoltato il responsabile della Globex MVR, Giuseppe Basili, che ha risposto alle nostre domande evidenziando come si sia trattato, in sostanza, di un caso gonfiato ad arte e nulla di più.

Questa l’intervista realizzata: VIDEO 1 e VIDEO 2.

A questo punto vien da chiedersi se, anche a Vetralla, si inizieranno a vedere ai bordi della strada i famosi Velo-Ok. Iene o non Iene.

Print Friendly, PDF & Email