Isola felice per la ILCO Stella Azzurra

Isola felice per la ILCO Stella Azzurra. I biancostellati sono tornati dalla trasferta di Sassari sabato scorso con due punti in più e la consapevolezzaMarco-Ottocento di aver giocato la gara perfetta, senza sottovalutare l’avversario ma anche senza perdere di vista mai l’obiettivo principale, raggiunto a seguito di una partita che ha mostrato chiaramente le qualità del roster di coach Pippo Pasqualini. “A Sassari ha vinto la forza del gruppo – sentenzia Marco Ottocento(nella foto) eclettica e talentuosa guardia biancostellata, che pochi giorni fa

ha anche conseguito la laurea in Economia -, una forza che emerge dal nostro modo di giocare insieme e che viene fuori nel momento in cui serve di più. Il roster di Sassari rispetto alla stagione scorsa ha perso due giocatori importanti, forse nel complesso è meno forte di un anno fa ma sapevamo che sarebbe comunque stata un’avversaria temibile perché non molla mai e di fronte a queste compagini non ti puoi certo permettere di abbassare la guardia”. Secondo Ottocento, il buon avvio di stagione della ILCO ha in realtà radici lontane. “Dopo il brutto inizio di campionato dello scorso anno – ricorda – siamo riusciti a creare un bloccoMarco-Ottocento-in-azione granitico, un gruppo coeso e determinato che è andato sempre in crescendo e che ci ha portato a giocare un girone di ritorno di grande livello, culminato con la semifinale play off. Stiamo continuando su quella strada di crescita positiva e si vede, gara dopo gara. E’ chiaro che poi l’inserimento in squadra di giocatori come Chiatti, Gori e Brunelli ha giunto ulteriore qualità alla nostra squadra: bravissimi loro ad integrarsi subito nel nostro gioco, soprattutto nei ruoli di play e pivot, ma bravi anche noi a farli adattare al meglio”. Domenica al PalaMalè arriva Calasetta, altra isolana, sulla carta alla portata dei biancoblu. “La mentalità delle squadre sarde è simile – riprende il giocatore -, non mollano mai, giocano col coltello tra i denti. Noi dovremo di nuovo farci trovare pronti: vogliamo assolutamente allungare la striscia, anche perché a Sassari abbiamo dimostrato che anche se un giocatore che di solito segna molto è in una giornata poco fortunata al tiro, tutti gli altri compagni partecipano al gioco offensivo e contribuiscono al risultato finale, senza dare punti di riferimento agli avversari. Questa è la vera forza della Stella Azzurra”. Anche il momento di forma della squadra in generale sembra influire positivamente. “Ne abbiamo parlato e abbiamo notato tutti quanti che sia la preparazione estiva sia il lavoro atletico attuale ci hanno permesso di stare davvero bene – aggiunge -. Apprezziamo molto il metodo di allenamento e credo che in buona parte sia merito del nostro preparatore Simone Di Serio. Dobbiamo continuare così, con lavoro intenso, impegno e sacrificio da parte di tutti”. “Le prossime settimane, in questo ultimo mese e mezzo che ci separa da Natale, secondo me saranno decisive per far emergere i veri valori del campionato – conclude Marco Ottocento -. Incontreremo, infatti, in casa Olimpia Cagliari e Luiss, poi giocheremo il derby cittadino che comunque è sempre una partita a sè in cui intervengono fattori imponderabili. Sarà un periodo fondamentale sia per capire quali sono le candidate alla vittoria finale, sia per renderci conto della nostra reale dimensione. Sarà cruciale arrivarci nel migliore stato di forma possibile e con il ritmo di gioco giusto: ecco perché bisogna allungare la nostra striscia positiva di prestazioni e risultati”. Già domenica prossima al PalaMalè l’occasione giusta per proseguire su questa strada.

   

Leave a Reply