Istituto Orioli, inaugurata nella sala Anselmi la mostra “Il passato verso il futuro”. Il presidente Meroi: “Siamo di fronte a lavori di alta qualità”

ORI5Il presidente della Provincia, Marcello Meroi nella mattinata di giovedì ha inaugurato la mostra di pittura e scultura “Il passato verso il futuro: i colori e le forme dell’arte” realizzata dagli allunni del Liceo artistico statale Francesco Orioli che sarà ospitato nella sala Anselmi di via Saffi fino al 7 gennaio.

 

L’iniziativa, patrocinata dalla Provincia di Viterbo, ha come obiettivo quello di premiare la creatività degli studenti con le creazioni che rispecchiano le abilità espressive di giovani artisti che impiegano serietà e sensibilità estetica nella realizzazione di veri e propri capolavori: il tutto nel segno dell’Europa.

“L’aiuto che abbiamo dato all’Istituto Orioli e a questi ragazzi per allestire questa mostra – ha affermato il presidente Meroi – non è un premio, bensì un riconoscimento al merito. Da sempre abbiamo cercato di gratificare i giovani che hanno merito. Spesso sono andato in visita all’istituto Orioli e devo dire che ho potuto constatare che siamo di fronte a una scuola di qualità, con un gruppo di insegnanti coeso che fa sinergie con i ragazzi e un lavoro svolto in costante crescita, anno dopo anno. La qualità di ciò che è stato fatto è veramente di alto livello, per questo abbiamo voluto mettere a disposizione dei ragazzi la sala Anselmi, in cui durante l’anno, espongono molti artisti e che per le feste natalizie sarà un’importante vetrina per l’istituto e i suoi allievi”.
“Siamo molto riconoscenti al presidente Meroi e all’amministrazione provinciale – ha proseguito il preside dell’Orioli, Luigi Valente – per l’occasione che ci è stata concessa. Questo spazio situato in una delle vie più belle della città, ci dà la possibilità di valorizzare le opere realizzate da questi ragazzi, un lavoro di livello che racconta la storia dell’Europa”.

L’esposizione sarà aperta al pubblico, dalle ore 16,30 alle ore 19,30, con ingresso libero, fino al 7 gennaio 2014.

   

Leave a Reply