Italiani al volante con il “vizio” del telefonino

Da uno studio dell’Asaps (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale), è emerso che su 32.650 automobilisti osservati, sono stati “pizzicati” colcellulare-guida telefonino n.4.048,pari al 12,4%, di cui n.3.057 erano uomini e n.991 donne. Il 29% degli utilizzatori è stato pescato nella fascia oraria dalle 8 alle 9, il 35% dalle 12 alle 13, il 36% dalle 18 alle 19. Per quanto

concerne le situazioni ambientali si rileva che un più frequente ricorso al telefonino è stato rilevato nei pressi di scuole,centri commerciali,ospedali,stadi; vale a dire nei luoghi di maggiori “stimoli” rispetto alle situazioni ordinarie di viabilità. Altro dato particolare emerge da quelli sorpresi al cellulare,pari al 22%. mentre erano fermi al semaforo rosso. Per aree geografiche si evidenzia : al Nord n.1.710 conducenti (42,2%), al Centro n.1.186 (29,3%) ed al Sud n.1.152 (28,5%). Per quanto concerne le grandi città si rioleva: Verona e Forlì con il 16%,Torino con il 14%,Roma con il 13,6%,Milano 12% e Firenze 10,2%. Il prossimo studio, afferma il presidente dell’Associazione,Giordano Biserni, riguarderà il monitoraggio dei conducenti di autobus e pullman di linea,verso i quali già è emersa una certa abitudine di telefonare durante il trasporto degli utenti. Un appello particolare è stato lanciato dal Presidente in occasione delle Festività:” Non facciamoci prendere dalla smania di spedire o leggere i messaggini augurali alla guida visto che in una giornata normale se ne lanciano circa 260 milioni. Aspettare di essere giunti a destinazione non significa certo venire meno al dovere di cortesia.”

   

Leave a Reply