Università Unimarconi

La celebrazione del Transito in onore di San Francesco patrono d’Italia (VIDEO)

di MARIELLA ZADRO-

VITERBO- Con la celebrazione del Transito, si commemora la morte di San Francesco avvenuta il 3 ottobre del 1226 presso la Porziuncola ad Assisi. San Francesco, patrono d’Italia è stato fondatore dell’ordine dei francescani.Nel ricordo di questo evento, oggi 4 ottobre, il vescovo Lino Fumagalli ha ufficiato la Santa Messa nella  chiesa di San Francesco alla presenza dell’assessore alle politiche sociali Patrizia Notaristefano, Alessandro Romoli presidente dell’amministrazione Provinciale, il questore di Viterbo Giancarlo Sant’Elia, suor Francesca, Madre superiora delle suore Alcantarine con alcune consorelle del santuario di Santa Rosa, i frati Cappuccini che hanno accompagnato la celebrazione con i loro canti e le autorità militari. Presente anche il presidente di Coldiretti Mauro Pacifici che ha accompagnato alcuni produttori per l’offerta del “dono” con prodotti locali. Durante la messa, l’assessore Notaristefano ha offerto l’olio che alimenterà la lampada del Santo, e dopo averla accesa, ha recitato la preghiera a lui dedicata.

Nell’omelia, il Vescovo Lino ha ricordato l’opera del Santo, invitando tutti i presenti a riflettere sul suo messaggio cristiano.  “Ogni persona diventa un fratello e una sorella da amare e non un nemico da cui difendersi. Ogni povero dovrà essere il fratello privilegiato da sostenere. San Francesco si è fatto carico dei problemi del suo tempo cambiando il suo stile di vita”. Ha poi spiegato come la figura di Francesco vada inserita nel contesto ecclesiale del tempo, quando vi era il desiderio di riforma per tornare ad una chiesa rinnovata. Francesco, pur sentendo questo bisogno, non contestò la chiesa del tempo, ma cercò di rinnovarla. “E’ da prendere ad esempio – ha concluso il Vescovo- e ricordare le sue parole : “Io ho fatto la mia parte, la vostra, Cristo ve la insegni!”

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE