La CNA ricorda Alfredo Lucaccioni

VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo. Apprendiamo con profonda tristezza la notizia della scomparsa di Alfredo Lucaccioni. Il cuore del “Barbieretto” batteva forte per la Viterbese, la squadra di calcio della sua amatissima città, e oggi tutti rendono giustamente omaggio al tifoso davvero speciale che è stato, oltre che alla sua forza nel combattere la malattia che lo aveva aggredito.

A noi piace ricordare l’artigiano Alfredo. Cresciuto nella barberia del padre Fulvio, aveva appreso da quest’ultimo l’arte dell’acconciatura. Il salone dei Lucaccioni è stato sempre noto, a Viterbo, per la grande professionalità di entrambi e per la schietta cordialità con la quale erano accolti i clienti.

E se Fulvio era stato tra i fondatori e gli animatori del Consorzio degli acconciatori viterbesi – Caamav -, Alfredo aveva generosamente accolto, alla fine degli anni ’90, l’invito della CNA ad assumerne la presidenza, così da diventare, nella prima metà del 2000, un protagonista della vita associativa, organizzatore di iniziative di aggiornamento tecnico professionale, di campionati e di eventi di promozione della categoria, in occasione dei quali si esibiva egli stesso in pedana per presentare le tendenze moda in tema di acconciatura maschile.

Il “Barbieretto” ha vissuto le esperienze di quegli anni, così come, successivamente, l’impegno in altri ambiti, con un entusiasmo e una dedizione indimenticabili.

La CNA esprime sentimenti di vicinanza alla famiglia.

Print Friendly, PDF & Email