La felicità del Costa Rica a Viterbo tra fotografia e musica

“Viterbo incontra Costa Rica”: è questo il titolo di una serie dieta costarica iniziative, volute dall’ambasciata del Paese latinoamericano e curate dall’associazione Eta Beta con il contributo e patrocinio di istituzioni locali ed enti privati, che si svolgeranno a Viterbo dal 6 al 9 dicembre.

Per l’occasione Jaime Feinzaig, ambasciatore del Costa Rica in Italia, sarà ospite due giorni nella città dei papi, dove incontrerà le autorità locali. Due gli appuntamenti di rilievo: la mostra fotografica “Costa Rica, il Paese più felice del mondo” (dal 6 al 9 dicembre presso l’ex Chiesa degli Almadiani in Piazza dei Caduti, ingresso libero) e il concerto della cantante costaricense Cecilia Gayle, in programma sabato 7 dicembre al Cinema Teatro Genio. Il titolo della mostra è collegato all’Indice di felicità planetaria (“Happy planet index”), che dal suo secondo rapporto nel 2009, vede il Costa Rica al primo posto mondiale, grazie a fattori come il benessere delle persone e lo sviluppo ecosostenibile. Nel 2013 l’Istituto Cervantes di Roma ha invitato le missioni diplomatiche latinoamericane a partecipare ad un programma culturale intitolato “Latinografias”: sono stati invitati alcuni fotografi ad interpretare la propria idea di felicità e sono state selezionate le opere migliori di ventuno artisti che hanno fatto ricorso all’ironia, all’autocritica, alla storia, alla natura e alla gente comune per esprimere tale nozione nei loro scatti.

E’ così che è nata “Costa Rica, il Paese più felice del mondo”, che oggi trascende il programma “Latinografias”, visita altr e città italiane dopo il successo a Roma e si prepara per viaggiare in Europa. Oltre ad essere un paradiso naturale, con circa il 5% della biodiversità mondiale in soli 51.100 chilometri quadrati (quasi come la superficie di Piemonte e Lombardia insieme) e con più del 30% del suo territorio protetto in parchi naturali, il Costa Rica è una tra le democrazie più antiche del continente americano. Fiero della sua eredità e della sua tradizione di pace, è stato uno dei primi paesi ad abolire la pena di morte e dal 1948 non ha più l’esercito.

Dall’abolizione delle forze armate, lo Stato ha canalizzato le risorse disponibili verso la sanità e l’educazione. Oggi la sua popolazione (4 milioni e 300mila abitanti) ha un tasso di alfabetizzazione del 96% e gode di una speranza di vita alla nascita di 79,3 anni. Cecilia Gayle, invece, è diventata nota nella seconda metà degli anni Novanta, soprattutto in Italia, con la pubblicazione del singolo “El pam pam”, successo dell’estate del 1998. Negli anni seguenti ha ottenuto altrettanto successo con brani come “El tipitipitero” e “Aqui”. Nel 2000 ha fatto parte del cast fisso di “Domenica In”.

   

Leave a Reply