La Ilco Stella Azzurra Viterbo infligge ad Olimpia Cagliari la prima sconfitta

ILCO STELLA AZZURRA VITERBO: Chiatti 14, Rossetti 13, Baleani, Ottocento 14, Gori 14, Basili ne, Giganti 12, Rogani 8, Brunelli 5, Meroi Coach: P. Pasqualini Ass.: U. Fanciullo OLIMPIA CAGLIARI: Ganguzza 4, Manca 2, Putignano 8, Schiffini 16, Pintor R. 7, Chessa 5, Mancini, Cocco 3, Pintor M. 12, Margini 2 Coach: S. Grandesso Ass.: E. Peretti Arbitri: F. De Filippo e L. Mesia Parziali: 25-20/ 25-13/ 19-9/ 11-17 Squadra1

Una ottima Stella Azzurra infligge ad Olimpia Cagliari la prima sconfitta della stagione grazie ad una prova autorevole in tutti i reparti e ad una lettura di gara assolutamente perfetta. Pasqualini schiera lo starting five abituale e Grandesso risponde con il collaudato quintetto formato da Ganguzza, Putignano, Schiffini, Roberto Pintor e Cocco. Dopo

il primo gioco da tre firmato da Gori, Schiffini e Pintor mettono un primo mini break, grazie anche ad un paio di falli della difesa viterbese, ma questi saranno gli unici due minuti in cui gli ospiti si saranno trovati a condurre. Chiatti comincia a distribuire palloni pregevoli che Giganti e Rossetti tramutano a canestro. Olimpia comincia a capire che la serata non sarà facile e R. Pintor cerca di arginare le veloci ripartenze dei viterbesi realizzando un paio di canestri. Ma Ottocento suona la carica e realizza una splendida penetrazione e poi Rossetti delizia le affollate tribune del PalaMalè prima con un jumper e poi con due triple di grande precisione, chiudendo il primo quarto sul 25-20 per i biancoblu. Secondo quarto e Stella in grande spolvero. Rogani, poco prima subentrato a Gori, impatta ottimamente sulla partita. Subito tre rimbalzi catturati ed un bell’arresto dalla media, seguiti da due canestri in rapida successione di Chiatti ed i locali si staccano. Brunelli sostituisce Giganti e prima corregge da sotto a canestro e poi mette a referto un tiro da oltre l’arco ed i biancostellati sono sul 38-23. Schiffini sull’altro lato risponde con una tripla, ma ancora Rogani, Gori e Giganti recuperano palloni in attacco e lanciano definitivamente la Stella che a metà gara è già sul 50-33. Ripresa ed i padroni di casa continuano a spingere forte. Gori è autentico dominatore dei tabelloni e regala al pubblico due bellissime conclusioni, liberandosi con grande tecnica verso canestro, mentre Chiatti insacca una bella tripla. Ancora Gori spadroneggia nella difesa avversaria e dà il massimo vantaggio ai suoi sul 68-35. Gli isolani fanno grande fatica a reagire e raccolgono solo 9 punti nel quarto, grazie a due canestri di Schiffini tra cui un gioco da tre e quattro centri dalla carità divisi tra Putignano (i primi due punti della sua gara) e lo stesso capitano cagliaritano. Fine del terzo periodo e Ilco saldamente in testa per 69-42. Nell’ultima frazione Olimpia cerca di rendere meno pesante il divario. Non si segna per un paio di minuti e poi prima Pintor e poi Putignano realizzano per gli ospiti, ma Ottocento brucia la retina con un tiro dalla lunga e poi con due altri canestri in sequenza. Putignano e Marco Pintor si segnalano per tre belle conclusioni e poi ancora Rogani e poi Ottocento dalla lunetta chiudono la sfida con il tabellone che dice 80-69 per la Stella, con Pasqualini che fa giocare alla fine la linea verdissima della squadra con in campo Chiatti, Rogani, Brunelli, Meroi e Baleani. Grande festa sul parquet e sulle tribune per una meritatissima vittoria, autorevole per quello che hanno fatto vedere i ragazzi di Pasqualini e Fanciullo, perfetti sia nella lettura della partita che nella preparazione tattica del match. Due punti molto importanti per la classifica della Stella che raggiunge Cagliari e che attende ora le sfide incrociate di Luiss, Olimpia e Cassino. Davvero eccellente la prestazione di tutti i ragazzi biancostellati, con Chiatti grande in regia, Ottocento e Rossetti splendidi in transizione e conclusione, Gori assoluto protagonista sotto le plance, Giganti efficacissimo in una difesa che ha cancellato dal campo Putignano, Rogani e Brunelli veramente impattanti ed in continua crescita e Meroi pronto a far rifiatare Chiatti. Spazio anche al giovanissimo Baleani per poter crescere e fare esperienza. E ricordando e non è poco, che Francesco Basili, ancora infortunato, non è stato della partita. Ora una settimana per godersi vittoria ed alta classifica, ma comunque impegnati a preparare la trasferta di domenica prossima a Sora, ultima in classifica, ma da affrontare comunque con grande concentrazione. Messaggi – Contatti – C

   

Leave a Reply