La magia poetica degli haiku di Issa e Nomiyama

di LORENA PARIS-

VITERBO- Il mio nuovo appuntamento del Martedì, con le lettrici e i lettori di Tusciatimes, propone la lettura e l’ascolto di tre Haiku dedicati
all’ Autunno, stagione in cui sono stati scritti. La parola Autunno, ancorché non sempre nominata nei testi, è però “svelata” dal tema delle foglie che cadono, evento tipico dei mesi autunnali.
Altamente pregevoli i componimenti di Issa e Nomiyama, due grandi Haijin noti in tutto il mondo. I sentimenti provati dai poeti durante l’osservazione del momento naturale, oggetto delle composizioni, traspaiono con assoluta delicatezza. La malinconia e la pace, il silenzio, l’infinito, la natura, la vita (fisica e spirituale) prendono magicamente forma.
Il terzo haiku è stato scritto da me, che amo profondamente questa tipologia di poesia e che spesso promuovo nei miei articoli e nelle mie pagine social. Lascio, con piacere, a chi legge e ascolta, la propria interpretazione dei miei tre versi.

****

un cane che dorme –
leggera, a coprirlo,
una foglia

(Kobayashi Issa)
(1763-1828)

****

come una foglia caduta
piombo
in un sonno profondo

(Asuka Nomiyama)
(1917-1970)

****

cadono foglie –
la tristezza in autunno
non fa rumore

(Lorena Paris)


Ascolta gli haiku dalla voce di Lorena Paris


****

#dimartedìpoesiaparoleevoce
#lorenaparispoeta
#lorenaparishaiku

Print Friendly, PDF & Email