“La natura, la gente, l’arte e le feste”, ecco il calendario di Acquapendnete

Riceviamo e pubblichiamo. Il Comune di Acquapendente e la Direzione didattica hanno presentato il Calendario 2014 “La natura, la gente, l’arte acquapendente pugnaloni laboratorio 2e le feste” realizzato da Roberto Antonini coadiuvato dagli amici fotografi Lidio Burla, Corrado Riccini, Simone Grillo, Sergio Colonnelli, Pietro Pede, Maurizio Merli e dai ragazzi della Scuola secondaria di primo grado (classi terze).

 

“Ecco l’autunno”, sottolinea il Sindaco Alberto Bambini, “la stagione celebrata da poeti, pittori e fotografi. Quest’anno particolarmente suggestivo grazie alle abbondanti piogge. Infatti i boschi sono particolarmente colorati di giallo e rosso e tappezzati da una abbondante fioritura di funghi. Puntualmente con l’autunno ecco anche il calendario di Roberto Antonini. Un piccolo capolavoro quest’anno realizzato con gli amici fotografi e i ragazzi della Scuola Secondaria che con entusiasmo hanno immortalato la nostra bella Città.

Un grazie a tutti gli sponsor, i fotografi ed in particolare alla Dirigente Scolastica Luciana Billi ed alla Professoressa Roberta Fioravanti per l’entusiasmo con cui hanno aderito all’iniziativa”.

“Il titolo”, sottolinea la Dottoressa Luciana Billi, “esprime più di ogni prefazione il contenuto di questa opera: amare la propria terra, scoprire il fascino della natura, il profumo familiare delle vie, lo sguardo rassicurante della gente, l’orgogliosa sontuosità dei palazzi storici. Leggere lo scorrere del tempo in quelli sguardi, in quelle vie, nel ripetersi puntuale delle feste tradizionali, nei colori contrastanti della natura, superba in ogni stagione. Scandire il rincorrersi dei mesi con lo scorrere di immagini, momenti della “memoria visiva” della comunità. Alimentare il senso di appartenenza alla propria terra e tramandarla alle giovani generazioni. Rendere vivo un paesaggio che, di per sé è poesia, immortalato magistralmente da Roberto Antonini che in questi anni soprattutto attraverso i suoli libri fotografici ha “pennellato” con la macchina fotografica, il meraviglioso paesaggio della Tuscia”.

   

Leave a Reply