La programmazione del cinema Lux

VITERBO- Ricca programmazione quella proposta dal cinema Lux di viale Trento, a Viterbo. Dal 21 al 24 febbraio  verrà proiettato “10 giorni senza mamma” con  i seguenti orari (17.00-19.00-21.00). 

TRAMA 10 GIORNI SENZA MAMMA:
Cosa succede se una mamma sempre presente decide di partire per dieci giorni lasciando i tre figli con un papà fino ad allora praticamente assente? Una sequela di disastrosi ed esilaranti eventi che travolgeranno Carlo (Fabio De Luigi) obbligato a fare il “mammo” a tempo pieno, nel film diretto da Alessandro Genovesi, 10 giorni senza mamma.

Carlo e Giulia (Valentina Lodovini) hanno tre figli: lui è un papà distratto e assorbito dal lavoro, lei è una mamma che si è dedicata alla famiglia rinunciando alla sua carriera. I figli sono Camilla, un’adolescente ribelle di 13 anni in pieno sviluppo ormonale e sentimentale, Tito 10 anni, furbo e sempre pronto a fare scherzi “innocui”, la piccola Bianca di 2 anni che non parla, usa i gesti e si prende ciò che vuole. Giulia, stanca della routine, comunica alla famiglia che sta per partire per dieci giorni di vacanza.
Trovandosi da solo, Carlo si ritrova all’improvviso in un vero e proprio incubo!
Tra cene da preparare, inserimento all’asilo, confidenze imbarazzanti della più grande, giochi sfrenati con gli amici del figlio, liti, disastri sfiorati e appuntamenti saltati al lavoro, Carlo sopravvive a questi dieci interminabili giorni anche grazie al prezioso aiuto di una “Mary Poppins” molto particolare (Diana Del Bufalo).
Sarà servito questo tempo per conoscere meglio i propri figli e riavvicinare la famiglia? Alla fine fare il mammo è poi una cosa così tremenda?
Una cosa importante però è successa: Bianca ha finalmente detto PAPA’!
Continua →

PANORAMICA SU 10 GIORNI SENZA MAMMA:
Ogni riferimento a persone e a fatti realmente accaduti NON è puramente casuale: questo ha più o meno dichiarato il regista Alessandro Genovesi a proposito del suo nuovo film 10 giorni senza mamma, a sottolineare che ciò che racconta nella commedia con Fabio De Luigi è accaduto a qualcuno di sua conoscenza.
Lui stesso ha tre figli, solo che, al contrario di Carlo, non rischierebbe di impazzire se dovesse accudirli da solo. Per questa, e per altre ragioni, parlare del film solamente come di un remake (dell’argentino Mamá se fue de viaje) è riduttivo.
Innanzitutto, rispetto all’originale, c’è un papà meno incapace nella gestione di elettrodomestici, pannolini e così via. Più che altro, il nostro “mammo” non ha tempo per la prole perché impegnatissimo con un lavoro che gli pone di fronte una sfida davvero ardua: la concorrenza con un collega più giovane. La versione della storia targata Genovesi ha insomma una sua originalità (e una sua texture molto italiana) e riporta il regista a raccontare la famiglia, motore di più di una risata ne La peggior settimana della mia vita, Il peggior Natale della mia vita e in Puoi baciare lo sposo. I primi due film avevano per protagonista sempre Fabio De Luigi, che il regista aveva conosciuto facendo l’aiuto regista di Gabriele Salvatores per Happy Family, adattamento di una sua pièce teatrale. Come 10 giorni senza mamma, l’opera prima e seconda di Genovesi non erano interamente farina del suo sacco, essendo ispirate a una sitcom britannica. Anche Ma che bella sorpresa, girato nel 2015, era un rifacimento, visto che traeva spunto da una commedia brasiliana, e segnava la prima collaborazione fra il regista e Valentina Lodovini, adesso moglie di Carlo. Non è un volto nuovo per il regista neppure Diana Del Bufalo, già fra gli interpreti di Puoi baciare lo sposo. La giovane attrice, che sta lavorando molto ultimamente (la ricordiamo in Attenti al gorilla e L’agenzia dei bugiardi) impersona qui una tata che, come lei stessa ama sottolineare, non somiglia affatto a Mary Poppins, dal momento che è un po’ sfigata. Quanto ad Antonio Catania (che fa il capo di Carlo), con Alessandro Genovesi ha lavorato ne La peggior settimana della mia vita, Il peggior Natale della mia vita e Puoi baciare lo sposo.

10 giorni senza mamma non è sempre e solo buffo. Parla innanzitutto della donna e del suo diritto di non essere solamente mamma e moglie. Racconta poi della prima adolescenzaattraverso il personaggio di Camilla (Angelica Elli), figlia tredicenne di Carlo che diventa donna proprio quando mamma è assente. E a proposito di donne, nel film ce n’è una ben più giovane di lei, la piccola Bianca Usai, di due anni, che non facendo la bimba per finta ha aiutato gli altri attori a entrare in parte, in particolare mamma Lodovini. Completano il cast di 10 giorni senza mamma Matteo Castellucci (nel ruolo del figlio “di mezzo”) e Niccolò Senni, al suo primo film con Genovesi

TINTORETTO-UN RIBELLE A VENEZIA – 25,26,27 febbraio (orario: 17.00-19.00-21.00) Biglietto:  € 10,00

ORE 20.30  APERICINE

Una nuova eccitante produzione cinematografica per celebrare il cinquecentesimo anniversario della nascita del grande pittore a cavallo tra Rinascimento e Barocco. Il film esplora le rivalità tra i più grandi artisti veneziani del sedicesimo secolo: Tintoretto, Tiziano e Veronese e rivela Venezia e il dramma della peste che la colpì attraverso la vita e le opere di Tintoretto. Con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway.

GRANDE ARTE .– PROIEZIONE  PER LE SCUOLE  MATTINA € 4,00

GAUGUIN A TAHITI-ALLA RICERCA DEL PARADISO PERDUTO – 25,26,27 marzo

ORARIO:17.00-19.00-21.00  € 10,00

ORE 20.30 APERICINE

Da Tahiti alle Isole Marchesi: un viaggio alla ricerca del paradiso perduto, tra i luoghi che Gauguin scelse come sua patria d’elezione e attraverso i grandi musei americani dove sono custoditi i suoi più grandi capolavori: Il Metropolitan di New York, il Chicago Art Institute, la National Gallery di Washington e il Museum of Fine Arts di Boston.

Sulle tracce di una storia che appartiene ormai al mito e sulle tracce di una vita e una pittura primordiali. Con la partecipazione straordinaria di Filippo Timi.
MUSEO EL PRADO . LA CORTE DELLE MERAVIGLIE

15-16-17 APRILE

ORARIO:17.00-19.00-21.00

INGRESSO € 10,00  ORE 20.30 APRICINE

Il 15, 16 e 17 aprile ci sposteremo quindi in Spagna con IL MUSEO DEL PRADO. LA CORTE DELLE MERAVIGLIE Prodotto da  Nexo Digital con il sostegno di Intesa Sanpaolo in occasione delle celebrazioni del duecentesimo anniversario del museo, il film ci accompagna in uno spettacolare viaggio a Madrid per raccontare sei secoli di storia e arte spagnola, attraverso 8.000 opere di uno dei musei più grandi d’Europa. Perché un dipinto è una tela, colore, materia e forma, ma è anche la storia di uomini e donne, pittori e re, palazzi e regine, ricchezza e miseria.

IL GIOVANE PICASSO – 6,7,8 maggio

ORARIO: 17.00-19.00-21.00  € 10,00

ORE 20.30 APERICINE

“A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino” Pablo Picasso.

Picasso è uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, ed il più prolifico fino alla sua morte nel 1973. Molti film hanno raccontato gli anni del suo maggiore successo: l’arte, gli affari e l’ampia cerchia di amici. Ma dove è cominciato tutto questo? Cosa ha reso Picasso quel che è stato? “Il giovane Picasso” esplora i suoi inizi, per scoprire da dove si scatenò la scintilla del genio.

DENTRO CARAVAGGIO (titolo tbc) – 27,28,29 maggio

ORARIO : 17.00-19.00-21.00   E 10,00

ORE 20.30 APERICINE

Perché, a oltre cinque secoli dalla morte, Caravaggio è uno dei pittori più popolari dei nostri tempi? Un grande attore di teatro, Sandro Lombardi, da sempre appassionato di Caravaggio, visita la ricca mostra milanese dedicata all’artista e, un poco alla volta, scava nei grandi temi legati alla sua biografia e alla sua opera, per dare una risposta a questa domanda. Viaggia per i luoghi caravaggeschi e chiede l’aiuto di esperti e di appassionati, sempre con questa idea nella mente: qual è il segreto di Caravaggio? Che cosa lo rende un nostro complice, un artista tanto vicino a noi?

GRANDE ARTE PARTE 2     MAGNTUDO FILM

LEONARDO 500

orario 17.00-19.00

18-19-20 FEBBRAIO

€10,00

Leonardo – Cinquecento (al cinema il 18, 19 e 20 febbraio) racconta l’artista, architetto, naturalista, stratega militare, ingegnere, il più grande scienziato di tutti i tempi, che fu prima di tutto un osservatore alla costante ricerca di nuove scoperte. Combinando l’intelligenza artificiale con i risultati di decenni di studi e ricerche, il film ricompone, in esclusiva e per la prima volta al mondo, le migliaia di pagine dei Codici lasciati da Leonardo in una prospettiva del tutto nuova che mostra le implicazioni contemporanee del suo lavoro. Con il contributo di esperti internazionali e di un pool di ingegneri e tecnici, il racconto proietta una luce inedita sulle osservazioni e gli studi del genio che da secoli affascina intere generazioni.

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE WOW

ORARIO: 17.00-19.00-21.00

4-5-6 MARZO 2019

€ 10,00           ORE 20,30 APERICINE

Gli altri appuntamenti sono La stanza delle meraviglie – WOW (al cinema il 4, 5 e 6 marzo) e Canova (18, 19 e 20 marzo). Il viaggio di “L’arte al cinema” si concluderà con Palladio(15, 16 e 17 aprile) di Giacomo Gatti. “Un progetto – spiega ancora Invernizzi – nato dalla volontà di colmare una lacuna, prettamente cinematografica, su questa eccellenza italiana che potremmo definire la prima archistar della storia, capace di distinguersi per le sue celebri ville ma anche e soprattutto per aver poi ispirato, con il suo stile, palazzi del potere politico, economico e culturale in Europa e nel mondo, dal British Museum alla Casa Bianca, da Wall Street all’Ermitage. La cosa straordinaria di Palladio è quella di aver codificato l’architettura ed è riconosciuto come il padre fondativo dell’architettura americana”.

CANOVA

ORARIO 17.00-19.00-21.00

8-19-20 MARZO 2019

€10,00                                                                                                                                                                   ORE 20,30 APERICINE

Canova
Ci sono uomini che hanno creato capolavori.
Canova è certamente uno di loro.

Spesso considerato il più grande degli artisti neoclassici, il suo straordinario lavoro ha stupito, ispirato e commosso per secoli. Il nostro film ritrae la sua crescita artistica, dalle sue prime esperienze a Venezia, vicino alla sua città natale, alle sue opere a Roma, Parigi e infine di nuovo a Venezia.

Grazie al Museo Canova di Possagno, viaggeremo attraverso le pietre miliari che hanno creato la sua leggenda ed esplorato i paesaggi che un tempo ispirarono le sue famose sculture in marmo.

Il nostro viaggio rappresenterà la sua vita e il suo genio: un incredibile talento unico che gli ha portato gloria e fama. Mentre era vivo, divenne una figura di fama internazionale che persino Napoleone voleva essere il suo protettore.

Ora possiamo trovare i suoi capolavori a Parigi, Londra, Vienna, New York, Washington, San Pietroburgo, così come nel suo Home Museum a Possagno, dove sono ancora conservati alcuni dei suoi schizzi e cast più privati per mostrare il genio precoce di Canova , un umile apprendista veneziano che era destinato alla grandezza e divenne un’icona proprio come Michelangelo e Bernini.

PALLADIO

ORARIO 17-00-19.00-21.00

20.21.22 MAGGIO 2019

euro 10,00          ORE 20,30 APERICINE

La scoperta delle opere di un grande architetto.

Alcune delle più belle ville italiane, ora parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, sono state le residenze esclusive della nobiltà veneziana durante il Rinascimento e in seguito sono diventate una fonte di ispirazione per la costruzione di alcuni degli edifici di potere più iconici del mondo: la Casa Bianca, il Palazzo dei Congressi, la Borsa di New York, la casa di Jefferson a Monticello. Fu il presidente e architetto americano Thomas Jefferson a riconoscere l’architettura palladiana come l’esempio per l’estetica degli edifici del potere americani. C’è un legame profondo tra i simboli dell’architettura americana e Andrea Palladio che, nel 2011, è stato ufficialmente nominato “Il padre dell’architettura americana”. Il film svela i segreti delle opere originali e, attraverso interviste esclusive con proprietari di ville del Palladio, studiosi e professori, rende una testimonianza rara che sicuramente stimolerà l’interesse degli appassionati di architettura e del pubblico in generale. Un’esplorazione che esamina come questi codici estetici siano venuti a rappresentare il Potere ovunque, in ogni Città, in ogni Paese.

 

 

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Tarquinia, il candidato sindaco Moscherini: “Ultimi ritocchi al programma per accogliere le proposte dei cittadini”LEGGI TUTTO
TARQUINIA ( Viterbo) – Riceviamo dal Comitato Elettorale, Gianni Moscherini Sindaco e pubblichiamo: “A Gianni Moscherini piace fare le cose
Elezioni amministrative a Civita Castellana, la Lega pronta ad una quarto candidato in accordo con la coalizioneLEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- L’incontro di questo pomeriggio della Lega ha messo in evidenza anche la situazione di Civita Castellana
La Lega fa il punto della situazione in vista della prossime elezioniLEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- I rappresentanti della Lega della Tuscia, con il senatore Umberto Fusco, si sono dati appuntamento questo
Alla scoperta di Vulci, la piccola Pompei del Lazio. Domenica 31 marzoLEGGI TUTTO
MONTALTO DI CASTRO ( Viterbo) – La porta e le mura di cinta bastano a darci la misura della grandezza
Basket femminile, le Ants a Santa Marinella per rimanere in corsaLEGGI TUTTO
VITERBO – E’ una partita senza appello quella che attende le ragazze del Tuscia Basket Ants, impegnata in questa domenica
Fiera dell’Annunziata, informazioni per la Ztl centro storicoLEGGI TUTTO
VITERBO – In occasione della fiera della Santissima Annunziata, in programma lunedì 25 marzo per le vie del centro, si
“La carrozza del Duce deve restare a Viterbo”, l’assessore Laura Allegrini scrive a Nicola ZingarettiLEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo il testo della lettera inviata dall’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini al presidente della Regione Nicola Zingaretti
Viterbese Castrense-Vibonese in programma domenica 24 marzo, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO – In occasione della partita di calcio Viterbese Castrense – Vibonese (girone A di Lega Pro), in programma domenica
Piscina comunale, si lavora per riaprire l’impianto al più prestoLEGGI TUTTO
di Redazione – VITERBO – La piscina comunale ha chiuso di nuovo le sue porte. Il sindaco Giovanni Arena sta
Caccia alle auto rubate, controlli a tappeto della PolstradaLEGGI TUTTO
VITERBO – Gli uomini  della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, nei giorni scorsi, hanno rintracciato e