La Regione Lazio approva legge per la deroga al divieto sconti pre-saldi

di REDAZIONE –

ROMA – Il Consiglio regionale del Lazio ha votato all’unanimità, con 39 voti, la legge per derogare al divieto degli sconti pre-saldi, approvando così  la modifica al Testo Unico sul commercio che consentirà ai commercianti di fare vendite promozionali anche nei trenta giorni che precedono l’inizio dei saldi (primo agosto).

Inoltre, la Giunta regionale potrà estendere la deroga a tutto il 2020 qualora il Governo decidesse di prorogare la durata dell’emergenza da Covid-19.

Il provvedimento approvato oggi aggiunge due commi all’articolo 34 del Testo Unico del commercio (legge regionale n. 22 del 2019): con il primo (8 bis) cade il divieto di effettuare le vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti l’inizio dei saldi, “per fronteggiare la crisi del sistema economico della Regione causata dall’emergenza epidemiologica legata al Covid-19 e favorire la ripresa delle attività commerciali e degli acquisti da parte dei consumatori, limitatamente alla stagione estiva 2020”, si legge nel testo. Con il secondo comma (8 ter), invece, si concede la possibilità alla Giunta regionale, “sentite le organizzazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative, previo parere della commissione consiliare competente”, di estendere la deroga a tutto il periodo di durata dell’emergenza legata al Covid-19 “deliberato a livello statale”.

Print Friendly, PDF & Email