La Scuola Sottufficiali ospiterà i bambini dell’Educamp del CONI

VITERBO – La caserma “Soccorso Saloni”, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, ospiterà nel periodo 1°-12 agosto 2022, l’EDUCAMP del CONI, un centro sportivo multidisciplinare rivolto a giovani con un’età compresa tra i 5 e i 14 anni.

L’iniziativa, nata da una collaborazione tra l’Istituto di Formazione viterbese e il Comitato Regionale Lazio del CONI, offre la possibilità di sperimentare diverse attività sportive con metodologie e strategie di formazione innovative, studiate per le diverse fasce d’età, intervallate da attività ludiche e ricreative.

Le lezioni saranno interamente organizzate e condotte da Educatori Tecnico-Sportivi, laureati in Scienze Motorie o diplomati ISEF o, ancora, con qualifiche federali specifiche, un’occasione per conoscere e praticare diverse discipline sportive avendo così la possibilità di orientarsi e avviarsi allo sport.

Il Generale di Divisione Alberto Vezzoli, Comandante dell’Istituto, ha accolto con entusiasmo il progetto, “che oltre a offrire un aiuto importante alle famiglie viterbesi, sottolinea, ancora una volta, lo stretto legame dell’Esercito e della Scuola Sottufficiali in particolare, alla realtà cittadina. Lo sport e la preparazione fisica sono elementi imprescindibili del nostro essere soldati, perché rappresentano la sintesi dei valori che trasmettiamo ai giovani Allievi Marescialli: impegno, spirito di gruppo, voglia di superare i propri limiti. Sono contento di aprire le porte della caserma Saloni per realizzare questa iniziativa e concretizzare una importante collaborazione con il CONI”.

“L’EDUCAMP del CONI Lazio presso la Scuola Sottufficiali dell’Esercito di Viterbo – sottolinea Riccardo Viola presidente del Coni Lazio- rappresenta una novità importante per il nostro costante impegno di promozione sportiva sul territorio del viterbese. Per questo voglio in primis ringraziare Il Generale di Divisione Alberto Vezzoli, Comandante dell’Istituto, che aprendo le porte della bellissima struttura consente a centinaia di ragazzi e ragazze di vivere un’esperienza all’insegna dei sani valori insiti nella pratica sportiva. Dopo oltre due anni davvero difficili per la nostra società, offrire a tanti giovanissimi questa opportunità rappresenta un piccolo quanto significativo contributo verso quella normalità auspicata da tutti noi”.

Print Friendly, PDF & Email