La sfida di Forza Italia: una classe politica giovane e preparata per “il futuro di Viterbo”

di ANNA MARIA STEFANINI-

VITERBO- Il coordinamento comunale di Forza Italia di Viterbo ha organizzato oggi, 25 settembre, alle ore 18, in via Gargana, sede del Leone, un convegno pubblico dal titolo “Il futuro di Viterbo”.
Presenti al convegno, fra gli altri, oltre a Giovanni Arena e Giulio Marini, Umberto Fusco, Maria Rosetta Virtuoso, il sindaco di Valentano Stefano Bigiotti, Matteo Santi, il coordinatore provinciale dei giovani di Forza Italia, Renzo Poleggi e altri esponenti locali del partito.
“Questa avventura – ha esordito Giulio Marini- inizia oggi, per prepararci alle prossime elezioni e per creare un gruppo coeso per il futuro della nostra città di Viterbo. Ci dev’essere una preparazione di fondo per essere pronti a trovarsi una macchina amministrativa che dovrà affrontare le prossime sfide. Iniziamo con dei gruppi tematici all’interno di Forza Italia, composti anche da giovani, per realizzare il sogno di dare alla città persone preparate che affrontino con competenza i problemi cittadini.”

Poi ha continuato: “La mia non è una critica all’amministrazione, ma vogliamo dare un contributo di impegno totale per il bene di Viterbo.
Una città silenziosa come c’è adesso, non c’è stata mai: non si sa nulla. Tutto viene deciso nelle segrete stanze, senza contributi e discussioni esterne.
Molti rimpiangono Giovanni, che forse avrebbe dovuto terminare il suo mandato per far vedere a tutti finito ciò che aveva iniziato.”

Giulio Marini ha dunque fatto un’analisi approfondita della situazione, secondo il suo punto di vista.
È intervenuto poi l’ex sindaco di Viterbo Giovanni Arena, che ha evidenziato: “C’è un consiglio comunale di sordomuti. Io ho fatto sempre grandi dibattiti con l’opposizione, ma anche con la maggioranza. Abbiamo lasciato circa 80 milioni da spendere che, secondo me, si stanno spendendo in modo inopportuno.”

Ha poi richiamato l’attenzione su alcune iniziative recentemente organizzate dall’amministrazione comunale attuale: “Perchè usare il parcheggio di Valle Faul per manifestazioni sportive? Ci sono Prato Giardino o il Campo Scuola. Così invece si creano disagi enormi per chi deve parcheggiare.
Come fa un ragazzino a giocare in piazza con la situazione di droga e problemi di criminalità?
La Sindaca aveva promesso di dimezzare gli stipendi di sindaco e assessori e non l’ha fatto. È stato completamente disatteso quanto promesso in campagna elettorale, anche la riorganizzazione della macchina amministrativa. Le risposte burocratiche ai cittadini non arrivano mai. Forza Italia sta assumendo il ruolo di mediatore per avvicinare i giovani alla politica e prepararli ad amministrare con competenza la città. Tre anni e mezzo volano.”
Giovanni Arena ha aggiunto: “Alle prossime elezioni noi avremo una classe dirigente preparata.
Raramente trovo una persona che ha votato la sindaca che lo rifarebbe. Ha perso clamorosamente il consenso popolare.
Non è democratico che una persona decide e che tutto il consiglio comunale non ha praticamente voce . C’è una monarca, non una Sindaca. Ci auguriamo che si ravveda. Sarebbe un sacrilegio spendere male 80 milioni di euro. In 6 mesi era stato promesso che la città sarebbe diventata un giardino. Non è successo. Inoltre, le terme INPS non si faranno più. Se tutto va bene, siamo rovinati.”

Umberto Fusco è intervenuto affermando che è giunta l’ora di fare di nuovo politica e di stare vicino ai cittadini. “Tanta gente è scontenta e noi dobbiamo rientrare in scena, lavorando in modo da accogliere le istanze dei cittadini anche dei dintorni – ha evidenziato – La politica è in crisi, perchè la stessa Italia cerca un leader a livello nazionale. È opportuno sensibilizzare e preparare i giovani. Non si può credere che non ci sia discussione in consiglio comunale. Al Parlamento sempre si discuteva costruttivamente. Ora è incredibile cosa avviene in consiglio a Viterbo: sembra come se i consiglieri di opposizione non abbiano la possibilità di parlare per più di qualche minuto.” Ha poi concluso:
“Sono orgoglioso di far parte di Forza Italia.
Sabato mattina saremo impegnati a Paestum con il partito. La politica è passione, amore, sentimento.”

Mattia Santi di Gallese, coordinatore provinciale dei giovani di Forza Italia, ha detto:” Voglio che le nuove generazioni credano nel valore liberale dei giovani. Presto faremo una riunione provinciale con i giovani.”
Ha portato i saluti poi del Coordinatore regionale dei giovani.
Giulio Marini ha infine auspicato:” Dobbiamo costruire una macchina perfetta per il futuro della città”.

Renzo Poleggi, candidato nelle precedenti elezioni in Forza Italia, è intervenuto per evidenziare quanto sia importante creare i presupposti per una politica sana e onesta per il bene del territorio, “dove ora le persone sopravvivono e non vivono. È finita l’epoca del pressapochismo. La gente è nauseata a livello nazionale e locale da alcuni amministratori. Dobbiamo fornare persone che si occupino del bene del territorio e non che pensa di governare come se si trovasse in un ufficio di collocamento . È necessaria una scuola di formazione. Le persone vogliono assaporare finalmente la buona politica competente”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE