La sigaretta elettronica si può fumare anche nei luoghi chiusi, tranne che nelle scuole

Niente più divieti per la sigaretta elettronica, che può essere fumata anche nei luoghi pubblici, come uffici, cinema, ristoranti, bar e mezzi pubblici. Il divieto resta. invece, per le scuole. Con il decreto Istruzione, convertito in legge nei giorni scorsi,sigaretta-elettronica è stato cancellato il divieto di utilizzo della sigaretta elettronica nei luoghi pubblici, introdotto a giugno con il decreto Iva-Lavoro. In virtù dell’emendamento ‘4.25’ presentato dal presidente della commissione Cultura

della Camera Giancarlo Galan (Pdl) e approvato dai deputati il 23 ottobre scorso, è stata stralciata l’ultima parte del comma 10-bis dell’articolo 51 della legge Sirchia (introdotto appunto con il dl Iva-Lavoro), con la quale erano state applicate alle sigarette elettroniche le norme “in materia di tutela della salute dei non fumatori” previste per i tabacchi. La cancellazione di quest’ultima frase, quindi, rende possiible il fumo della sigaretta elettrica dove invece resta il divieto per le sigarette tradizionali: uffici, ristoranti, cinema, mezzi pubblici e bar, ovvero tutti i luoghi pubblici.

   

Leave a Reply