La storia di un sonderkommando a Dachau fa gol nei cuori del Centro Sportivo Italiano

Sportivo e tifoso interista , oggi alle ore 11 in onda sul canale YouTube del CSI la straordinaria testimonianza di Enrico Vanzini, 100 anni compiuti a novembre 2022, l’ultimo italiano sopravvissuto ai lager nazisti

«Ragazzi, pensate a quello che ho passato io, riflettete. Quello che vi racconto è realtà, non una storia inventata! Voi siete la vita e la gioventù d’Italia. Dovete essere forti. Studiate e abbiate le vostre idee, non quelle di qualcun altro!»
Per il Centro Sportivo Italiano sono le parole di un uomo eccezionale, quelle da raccontare oggi in occasione della Giornata della Memoria.
Sportivo e tifoso interista da sempre, Enrico Vanzini, cento anni compiuti lo scorso mese di novembre, è stato l’ultimo Sonderkommando italiano, sopravvissuto a Dachau dove, costretto a subire gli abomini nazisti, non poteva più considerarsi una persona ma solo un numero: era il prigioniero 123343.
Da lunedì scorso a ieri, una al giorno, sui canali social del CSI, sono stati condivisi quattro “reel” del suo emozionante racconto (il bunker, il carro armato, la Messa di Natale, il tozzo di pane). «Non sapevo dell’esistenza dei crematori – ha raccontato Vanzini nelle anteprime – avevo trasportato in quel punto esatto centinaia di cadaveri, ma chi poteva immaginare cosa facessero i tedeschi con i corpi di quegli sventurati? Pensai di essere all’inferno». Parole vive cariche di un’immensa umanità, quelle regalate con il cuore da Enrico agli atleti del Centro Sportivo Italiano e a tanti giovani sportivi.
Oggi, 27 gennaio, alle ore 11:00 sul canale YouTube del CSI https://youtu.be/TmY2t01Dexw sarà trasmesso il video completo dell’intervista, perché è un dovere non dimenticare.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE