“La storia non guarda gli uomini”, il libro di Domenico Carella

ROMA – Nella cornice della Sala Margana, splendido spazio culturale nel pieno centro storico, rione Campitelli, venerdì 14 dicembre alle ore 18, sarà possibile assistere alla presentazione del libro di Domenico Carella (a cura di Riccardo Carella) 1918-1940. La storia non guarda gli uomini. Interverranno, oltre al curatore del libro e figlio dell’autore, Riccardo Carella, anche Daniela Brancati, giornalista, e Gabriella Norcia, coordinatrice della collana Fogli di Vita.

Lo scritto narra della vita e dei sentimenti e delle idee di Domenico Carella negli anni che intercorrono dall’inizio della prima guerra mondiale sino allo scoppio della seconda nel 1940.
Tratteggia, nei suoi ricordi, una storia del fascismo tra le due guerre come lui l’ha vissuta, descrivendo uno spaccato di vita autentico di quel periodo.
Attraverso questo suo personalissimo diario psicologico, egli conduce un ‘indagine storica’ dell’Italia e dell’Europa tra il 1923 e il 1939.

Domenico Carella nasce a Palermo nel 1906. A sedici anni si trasferisce a Roma e dopo gli studi classici al Liceo Tasso, si iscrive alla Facoltà di Filosofia, in cui era preside il filosofo Giovanni Gentile.
Con un gruppo di amici nel 1930 fonda una rivista “Il Saggiatore” che viene pubblicata sino al 1934, anno in cui fonda il giornale “Il Cantiere”. Entrambe le pubblicazioni ebbero una rilevanza nel clima culturale dell’epoca, muovendo critiche (che oggi definiremmo “di sinistra”) al regime. “Il Cantiere” avrà vita breve e verrà soppresso dal regime fascista.
Nel 1937 si trasferisce a Palermo gestendo, con il padre, un’agenzia di assicurazioni. Non ha dimenticato mai le sue passioni filosofiche che ha continuato a studiare e ad annotare nei suoi appunti.
Nel 1973 decide di dare alle stampe un suo studio storico-filosofico sull’origine del regime fascista e pubblica «Fascismo prima, Fascismo dopo». Negli anni cinquanta, ha annotato i suoi ricordi e le sue vicende tra gli anni 1920 e 1940 in un diario dedicato a suo figlio, ma che non pubblicherà in vita.
Domenico Carella muore nel 1983.
Questo diario viene casualmente “scoperto” nel 2013 da suo figlio Riccardo che ne curerà la pubblicazione.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Con i Preludi del solista Walter Fischetti la magia contamina l’UnitusLEGGI TUTTO
(m.a.g.) – VITERBO – Ieri, 23 marzo all’Auditorium dell’Università della Tuscia di Viterbo, nell’ambito della XIV Stagione concertistica curata da
Immigrazione, eseguite trenta espulsioni dall’inizio del 2019LEGGI TUTTO
VITERBO – Sono state 30 le espulsioni effettuate a quasi tre mesi dall’inizio dell’anno dagli uomini della Polizia di Stato
La Stella Azzurra-Ortoetruria incontra il Grottaferrata al PalaMalè, alle 18LEGGI TUTTO
VITERBO – Big match stasera al PalaMalè per la Stella Azzurra Viterbo che incontra Grottaferrata, squadra  saldamente in testa alla
Uno spettacolo di magia al Teatro parrocchiale del Murialdo, alle 17LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica, 24 Marzo 2019, a Viterbo, presso il Teatro parrocchiale del Murialdo, si svolgerà un evento ‘magico’. Alle ore
A Vitorchiano una serata in memoria di Luca Scarponi. Raccolti più di duemila euro per l’AmanLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – La vita di Luca Scarponi è stata recisa il 13 febbraio scorso,
A Palma Campania grandi preparativi per la terza edizione della “Crocelle Race Park”LEGGI TUTTO
PALMA CAMPANIA ( Napoli) – Domenica 14 aprile si festeggia il ritorno della mountain bike cross country nella splendida cornice
La Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania spreca troppo, sconfitta dal CuneoLEGGI TUTTO
TUSCANIA ( Viterbo) – Una Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania Volley dai due volti non riesce, nonostante il doppio vantaggio iniziale,
A Corchiano al via un progetto innovativo per ridurre l’uso della plasticaLEGGI TUTTO
CORCHIANO ( Viterbo) – Ieri a Corchiano si è svolto un importante incontro operativo del Bio-distretto della Via Amerina e
Il Vangelo della domenica, III di QuaresimaLEGGI TUTTO
Vangelo Lc 13,1-9 Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. + Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo si
La cecìna toscanaLEGGI TUTTO
di LUCA GUASTINI – VITERBO – TLa farina di ceci è molto utilizzata nella cucina mediterranea,  sono celebri le panelle