La Torta Danubio

di LUCA GUASTINI –

VITERBO – La torta Danubio è uno dei rustici più famosi della cucina partenopea, è una torta composta da soffici palline di pane al latte farcito che può avere o un  ripieno dolci o un ripieno salati. Probabilmente la versione salata è quella più nota e più realizzata, soprattutto nei buffet per varie ricorrenze oppure per un pranzo all’aperto o al mare sotto l’ombrellone. 

Oltre ed essere molto buona è anche un piatto  molto comodo visto che le varie palline che una volta cote in forno si uniscono  poi si staccano facilmente con le mani senza l’utilizzo del coltello,  infatti, è  proprio per questo che viene chiamata anche “torta a pizzico”. Per il ripieno si può veramente lasciare sfogo alla fantasia, si va  dal classico prosciutto cotto e formaggio (fontina,  scamorza o Emmental)  a qualsiasi altro ripieno a scelta.  volendo, si può scegliere addirittura di mettere in ogni pallina un ripieno diverso. Le dosi descritte più avanti sono per realizzare una torta dalle dimensioni di circa 20/22 centimetri di diametro, ovviamente se si vuole realizzare più grande raddoppiare le dosi.

Ingredienti:

280 g di farina  ( 200 farina 00 e 80 gr di manitoba)

150 ml di latte

60 gr di burro ammorbidito

Un tuorlo

Mezzo panetto di  lievito di birra ( 12 gr circa)

5 gr di sale

Un cucchiaino raso di zucchero

Procedimento:

Anche se l’impasto può essere realizzato anche  a mano è preferibile utilizzare un impastatrice ( o un robot da cucina) per facilitare il compito e   velocizzare i tempi. Versare tutti gli ingredienti nella ciotola dell’impastatrice  uno dopo l’altro e per ultimo, dopo aver fatto amalgamare  un poco gli ingredienti,  aggiungere il sale, continuare ad impastare per almeno 10 minuti facendo alcune soste o alternando  la velocità per non surriscaldare l’impasto, quando questo sarà bene impastato e compatto  formare una palla   prendendo i bordi e portandoli  sotto, quindi metterla a riposare in un contenitore coperto di pellicola fino a che il volume sarà triplicato. Per questa operazione ci vorranno almeno 2 ore, ma molto dipende dalla temperatura esterna.  Nel frattempo preparare il ripieno tagliando a dadini il prosciutto e il formaggio o il ripieno scelto  per farcire il Danubio, quindi prendere l’impasto e dividerlo in palline possibilmente tutte uguali ( con questa dose verranno 10 palline di circa 50 g l’una), stenderle con un mattarello o allargarle con le mani e formare dei  dischetti dove mettere un po’ di ripieno, quindi richiudere pizzicando i bordi, creando così una pallina ripiena. Mettere le palline in una teglia con il fondo foderato di carta da forno e con i bordi leggermente imburrati, avendo cura di metterle leggermente distanziate una dall’altra in quanto durante la lievitazione cresceranno  e si attaccheranno tra loro. Mettere a lievitare di nuovo per circa un ora, quindi spennellare con un po’ di tuorlo d’uovo diluito con un po’ di latte ed infornare in forno caldo a 180 gradi per mezz’ora circa. Sfornare  e far raffreddare prima di servire.

Print Friendly, PDF & Email