Università Unimarconi

La Viterbese pareggia e lascia l’ultimo posto

di ALESSANDRO PIERINI –

VITERBO – La Viterbese non va oltre il pari per 1-1 contro la quotata Audace Cerignola. All’Enrico Rocchi Devetak al 58º consegna il pareggio ai gialloblu, riequilibrando il risultato inizialmente sbloccato dal vantaggio ospite con Sainz-Maza al 33º del primo tempo. Mister Lopez pone il duo Marotta-Jallow come terminale offensivo e mezzala avanzata Mungo per dare supporto; ai lati Devetak e Pavlev operano rispettivamente sulla fascia sinistra e destra mentre al centro del campo ci sono Barilla’ e Megelaitis; il trio Marenco-Riggio-Monteagudo difende il portiere Bisogno. Il capitano Ricci parte dalla panchina. Il match è equilibrato, ma la Viterbese riesce a penetrare la difesa avversaria e creare più occasioni da gol. Al 12º Marotta non riesce ad arrivare per un soffio sul cross di Pavlev verso il centro dell’area; poco più tardi al 20º Marenco in rovesciata non inquadra lo specchio della porta da pochi passi. La Viterbese sembra essere più incisiva nel trovare l’inserimento nell’area avversaria, ma al 33º ecco la rete a sorpresa degli ospiti su errore di Mungo: Russo entra in area, tenta il tiro e Riggio devia sui piedi Sainz Maza che segna a porta vuota. Sì va negli spogliatoi ed al rientro in campo il Cerignola è più attivo in area di rigore gialloblu. Al 50º presunto calcio di rigore per la Viterbese non fischiato per tocco di mano di un difensore, ma l’arbitro lascia correre. Se il Cerignola è più spigliato in fase offensiva, stavolta è la Viterbese a trovare la rete del pareggio: calcio di punizione dalla fascia destra battuto verso il centro dell’area e Devetak trova la deviazione vincente. Il portiere gialloblu Bisogno tra il 60º ed il 72º: tre occasioni ghiotte per Sainz-Maza, D’Ausilio e Blondett, provvidenzialmente sventate dall’estremo difensore gialloblu. La gara si trascina fino al fischio finale che sancisce 1 punto per ognuno. In classifica generale la Viterbese sale a 27 punti, lasciando la Fidelis Andria all’ultimo posto con 26, sconfitta oggi in casa del Giugliano per 4-3. Serve recuperare un altro punto per entrare nei playout dalla quintultima: ora ci sono Messina, Monterosi e Gelbison tutte appaiate a quota 36. Domenica 2 aprile la Viterbese deve provare a vincere nello scontro diretto contro il Gelbison in trasferta.

VITERBESE-AUDACE CERIGNOLA 1-1

Reti di: 34ºpt Sainz-Maza (AC), 13ºst Devetak (VT)

VITERBESE (3-5-2): Bisogno; Monteagudo, Riggio, Marenco (28ºst Ricci); Pavlev (36ºst Semenzato), Megelaitis, Barillà (1ºst Rabiu), Mungo (1ºst D’Uffizi), Devetak; Jallow (36ºst Polidori), Marotta

A disposizione: Dekic, Mastropietro, Mbaye, Nesta, Ingegneri, Montaperto Allenatore: Giovanni Lopez

A.CERIGNOLA (3-5-2): Trezza; Ligi, Allegrini (23ºpt Sainz-Maza), Blondett; Russo, Ruggiero (19ºst Coccia), Capimaggio, Langella, Samele (36ºst Montini); Achik (19ºst D’Ausilio), Malcore

A disposizione: Saracco, Fares, Olivera, Inguscio, Mengani, Righetti, Giofrè

Allenatore: Michele Pazienza

ARBITRO: Ermes Fabrizio di Paola

1º ASSISTENTE: Davide Stringini di Avezzano

2º ASSISTENTE: Fabio Catani di Fermo

QUARTO UOMO: Marco Emmanuele di Pisa

Ammonizioni: 23ºpt Mungo (VT), 6ºst Marotta (VT), 8ºst Megelaitis (VT), 39ºst Blondett (AC), 43ºst Langella (AC)

Espulsioni: Angoli: 7-2 per l’Audace

Note: giornata soleggiata e mite; spettatori 766 con rappresentanza ospite

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE