L’Alzheimer, questo sconosciuto. Per il neurologo Daniele Mei: “Prevenzione” è la parola magica

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – Ieri, 18 febbraio, al Centro anziani Donna Olimpia di San Martino al Cimino si è parlato del morbo di Alzheimer, una malattia di demenza degenerativa invalidante ancora poco conosciuta e che fa paura, colpisce tante persone nella terza età e con coloro che le assistono, precipitano in un inferno senza ritorno.

Una terapia efficace ancora non esiste, non esistono farmaci che guariscano o blocchino la malattia, si può solo migliorare la qualità della vita dei pazienti e provare a rallentare il decorso della malattia nelle fasi iniziali e intermedie. L’unica via percorribile è la prevenzione, parola di medico.

Giovanna Cavarocchi (f.MAG)

A porre l’attenzione su un argomento così delicato e sui sintomi di demenza, qualche volta sottovalutati e scambiati per “normali”, data la naturale e inesorabile avanzata dell’età, è intervenuto il neurologo Daniele Mei, (Dirigente Medico presso UOC Neurologia – Ospedale Belcolle di Viterbo), accolto dalla presidente del Centro, Rosalba Monaco.

L’incontro informativo sulle problematiche sanitarie e sociali è stato introdotto da Giovanna Cavarocchi (presidente dell’Associazione di volontariato Auser Viterbo) e dalla responsabile del Progetto Alzhauser Caffè Onlus, Claudia Urbani.

Claudia Urbani (f.MAG)

La parola passa al dottor Mei che ha spiegato, con delle immagini proiettate sullo schermo e in modo semplice e conciso, che cosa è l’Alzheimer (nonostante qualche termine tecnico associato al cervello e ai meccanismi patologici, ndr), come si riconosce la malattia nelle fasi iniziali, anche quando i parenti non danno giuste informazioni al medico.  Il sintomo precoce più frequente è la difficoltà di ricordare fatti recenti, da non confondere con la mancanza di attenzione o la distrazione. Spesso è un parente stretto (caregiver), a prendersi cura del malato, compito che comporta notevoli difficoltà e oneri e rendono la patologia una delle più gravi sull’impatto sociale del mondo. Negli Stati Uniti ci sono molti malati.

Il dottor Daniele Mei ha messo in evidenza quali sono le possibili concause che fanno emerge la demenza (stress, fumo, alcol, solitudine, depressione, carenze vitaminiche), come è possibile evitare di ammalarsi (cibo sano, vita sociale, letture, ginnastica) ma soprattutto come si diagnosticano i disturbi cognitivi che il medico, dopo i vari esami del sangue, fa con test neuropsicologici.

Tante le domande dagli anziani presenti impressionati dalla loro normale mancanza di memoria. La risposta del medico: siete anziani ma non dementi, ricordatevi la prevenzione, come si fa per il diabete, il tumore al seno o ai polmoni e il controllo oculistico. Prevenzione, prevenzione, prevenzione, è il mantra della serata.

NOTA – Il progetto Alzhauser Caffè Onlus, gestito da Auser Viterbo, ha iniziato il secondo anno di attività grazie al rinnovato contributo della Tavola Valdese. Il progetto si avvale del patrocinio e della adesione della ASL di Viterbo e dell’Assessorato ai servizi sociali del comune di Viterbo. Ad esso ha aderito anche l’Associazione Alzheimer Ezio Ciatti.

Le attività rivolte ai caregivers sono costituite da un numero informativo gratuito (800 995988), da uno spazio di consulenza psicologica al quale è possibile accedere per appuntamento e da uno spazio di counseling psicologico di gruppo, volto ad individuare le strategie migliori per la gestione degli aspetti relazionali e comportamentali dei pazienti e per la gestione dello stress dei caregivers. Entrambe le attività sono condotte da una psicoterapeuta.

Le attività rivolte alla cittadinanza sono, invece, incontri di tipo informativo e divulgativo che verranno proposti in collaborazione con il Distretto B della ASL e con l’assessorato alle politiche sociali del Comune di Viterbo e che saranno offerti in forma completamente gratuita a tutti i cittadini interessati ad approfondire le tematiche trattate.

 

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
A Bomarzo un omaggio a Lucio Dalla, sabato 23 marzoLEGGI TUTTO
BOMARZO ( Viterbo) – Tutto pronto per domani sera per l’evento “Pafff Bum…ricordando Lucio” . A Bomarzo presso l’Associazione culturale
Volley femminile, la Vbc Viterbo ospita il Don OrioneLEGGI TUTTO
VITERBO – Il week-end delle formazioni Vbc inizia sabato alle 18.30 quando al Palavolley di via Gran Sasso la Polistampa
“Curarsi con i libri”, successo di pubblico alla Biblioteca di ValentanoLEGGI TUTTO
VALENTANO ( Viterbo) – Si è svolto con successo alla Biblioteca comunale di Valentano il progetto “Curarsi con i libri”
“Conosciamo la biblioteca del Museo della Ceramica della Tuscia”, domenica 24 marzoLEGGI TUTTO
VITERBO – Istituita con il DPCM del 15/7/2009, la Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura si tiene il 24
Progetto “Spicciati”, Andrea Micci (Lega): “Creare ricchezza recuperando monetine. Confidiamo in una risposta anche da Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Andrea Micci (Coordinatore comunale Lega Viterbo) e pubblichiamo: “Ci sono circa 200 milioni di euro che
L’IC “Pietro Vanni” di Viterbo protagonista alle giornate Fai di primaveraLEGGI TUTTO
VITERBO – Gli studenti dell’IC “Pietro Vanni” di Viterbo protagonisti nelle giornate Fai di primavera in programmi questo weekend.  
Sesta motobenedizione in programma domenica 24 marzo, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 24 marzo, in occasione della sesta motobenedizione, richiesta dal club motociclistico Desmotuscia, in programma a piazza San
Cavalieri del soccorso, dal 26 marzo al via le lezioni per diventare volontarioLEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo dall’associazione “Cavalieri del soccorso” e pubblichiamo: “Il 26 marzo 2019 presso i locali gentilmente messi a disposizione
Cyberbullismo, il presidente del Corecom Lazio Petrucci in audizione alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenzaLEGGI TUTTO
ROMA –  Il presidente del Corecom Lazio, Michele Petrucci, è stato ascoltato in audizione dalla  Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza,
Open day alla sede universitaria di CivitavecchiaLEGGI TUTTO
CIVITAVECCHIA (Roma) – L’Open Day della sede distaccata di Civitavecchia si è svolto alla presenza di numerosissimi giovani che hanno affollato