L’Art ballet studio ha riaperto dal 1 giugno

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Lo scorso Settembre L’Art Ballet Studio, inaugura i suoi spazi nei nuovi Locali siti nel quartiere di Santa Barbara a Viterbo. Lo studio di danza diretto da Rita Proietti Gretti, insegnante di danza Laureata con Specializzazione presso L’accademia Nazionale di danza, e con comprovata esperienza nell’insegnamento, è stato costretto alla chiusura dallo scorso marzo, a causa della Pandemia Mondiale.
Dal 1 di giugno, le sale di danza sono di nuovo accessibili dopo una opportuna sanificazione affidata a professionisti del mestiere, gli ampi spazi della scuola sono tornati ad accogliere ragazzi e adulti che hanno visto il loro percorso di danza interrompersi improvvisamente.
La struttura di 250 metri quadrati dotata di 3 sale studio, si è adeguata alle nuove normative di distanziamento sociale, dettate dal governo, provvedendo a fornire agli utenti, gel disinfettante, tappetino igienizzante, misurazione della temperatura, insomma mettendo in atto tutte le procedute di igienizzazione richieste.
Ad oggi la nuova organizzazione prevede l’accesso ai corsi contingentato e su prenotazione, questo nuovo modo di lavorare certamente ha cambiato le nostre abitudini dice la direttrice, ma non ci spaventa, la danza ci insegna a rispettare le regole, e ad acquisire una forma mentis elastica per lavorare su noi stessi, nel superamento dei nostri limiti, adesso come non mai, siamo chiamati a metterle in atto e, ribadisce con grande entusiasmo che anche i bambini più piccoli hanno saputo rispondere in maniera eccellente a tutto questo.
La voglia di tornare, di rivivere le emozioni della sala e di condividere una passione ha unito tutto il corpo docenti della scuola che vanta numerose collaborazioni con professionisti del settore Danza e non solo, perché all’ART Ballet studio si crea bellezza e si lavora per il benessere del corpo e della mente attraverso i corsi di Yoga Pilates e Ginnastica di base.
E’ stato entusiasmante, rincontrarsi e scambiarsi sorrisi seppur a distanza e dietro una mascherina, ma l’emozione era nell’aria e gli sguardi tra noi hanno trasmesso messaggi più intensi che mai.
Non possiamo che augurarci di tornare al più presto alla normalità, e intanto ci godiamo l’adrenalina di questo tanto atteso ritorno”.

Print Friendly, PDF & Email