L’associazione Kyanos scrive a Michelini per il “Caffeina Christmas Village”: le iniziative temporanee necessitano di gara pubblica

VITERBO – Riceviamo dall’associazione Kyanos e pubblichiamo la lettera  aperta al sindaco del comune di Viterbo,  Leonardo Michelini, all’assessore alla cultura Antonio  Delli Iaconi, al  dirigente del settore Cultura, Turismo, Gestione Impianti Sportivi e Sport,  Luigi Celestini, al  vicesindaco Lisetta Ciambella ed agli amministratori tutti della città di Viterbo.

“A seguito della travagliata avventura che vede in contrapposizione il Comune e gli organizzatori di Caffeina Christmas village, sarebbe  d’obbligo una profonda riflessione sulle modalità con cui l’evento è stato organizzato fin dalla concessione degli spazi pubblici.

“Ma in questa sede vogliamo essere assolutamente propositivi e suggerire modelli diversi di gestione della cosa pubblica anche in osservanza di quanto stabilito da una sentenza della Corte di giustizia europea la quale ha affermato  come  anche le iniziative temporanee necessitino di gara pubblica. Un nuovo percorso  che alcuni comuni hanno già adottato e che d’ora in poi qualunque amministrazione locale dovrà imboccare.

Il Caffeina Christmas village, tra stand piazzati arbitrariamente, lo stravolgimento della visione prospettica di piazze ed edifici vincolati  senza minimamente coinvolgere la Soprintendenza per un parere preventivo, iniziative culturali  che tali non sono e un generale senso d’insoddisfazione ha costituito un modello la cui obsolescenza è sancita appunto oltre che dall’opportunità politica e morale anche dalla Corte europea.

“Per Strasburgo anche gli stand temporanei vanno assegnati con una procedura di gara, con criteri trasparenti e neutrali, dal momento che si tratta pur sempre di aree pubbliche e che pertanto tutti hanno diritto a concorrere. Da questo momento, dunque, il modello è questo. Poi spetta a ciascuna amministrazione scegliere come gestirlo: una gara per assegnare gli stand o per affidare la gestione degli eventi in toto.

“Una scelta indubbiamente più rapida ma non priva di insidie è quella di predisporre un bando che ricerchi, dietro pagamento di  un canone e con le relative prescrizioni, qualcuno che sia in grado di accollarsi tutta l’organizzazione: dai mercatini agli eventi. Con tutti i rischi del caso, come dimostra l’impronta molto commerciale e poco culturale di quest’anno. Infatti l’impostazione data all’evento del 2016, al contrario di come era stata prospettata, è stata prettamente commerciale perché certo non si può parlare di evento culturale.

“Sicuramente tutto l’indotto ne ha risentito positivamente ma, a maggior ragione, ciò non giustifica un uso privato della cosa pubblica affidata con discrezionalità dagli amministratori locali. Predisporre e pagare con fondi pubblici un palco per l’evento organizzato da un privato, come si evince dagli atti e dagli organi di stampa, fatta salva la buona fede, non risponde propriamente ai criteri di trasparenza necessari.

“Quindi sicuramente la predisposizione di un  bando, che metterebbe al riparo l’Amministrazione anche da eventuali ravvisabili conflitti d’interesse, e un’ idea progettuale diversa quale potrebbe essere quella di separare la parte commerciale da quella culturale. Un introito quello dato dal canone da utilizzare eventualmente per la gestione in proprio degli eventi culturali.

“Ovviamente da non dimenticare, prima del bando, gli incontri con le associazioni di categoria, ma anche con tutte quelle realtà associative che operano sul territorio, per raccogliere suggerimenti e idee progettuali e, nel bando, la previsione di  penali qualora l’esito della manifestazione risulti diverso dalle aspettative”.

F.to Associazione Kyanos

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Roy cerca casaLEGGI TUTTO
Riceviamo e pubblichiamo: Roy e suo fratello sono stati trovati circa 2 mesi in Abruzzo in un paese dove le
Il senatore Battistoni interviene sul piano cinghialiLEGGI TUTTO
ROMA- Riceviamo dal senatore Francesco Battistoni e pubblichiamo: “”Sono passati 20 giorni dal drammatico incidente sulla A1, causato da un
Viterbo, ruba una borsa: acciuffata dalla PoliziaLEGGI TUTTO
VITERBO – E’ stata individuata in breve tempo,  dagli  uomini della Polizia di Stato della  Sezione  Reati contro il Patrimonio della
Volley F U18 gir. A. Alla Vbc blu il derby con Vip Paolo SaviLEGGI TUTTO
VITERBO- Continua la striscia positiva di vittorie, nove su nove incontri disputati, della Vbc blu nel girone A del campionato provinciale
Domenica 27 gennaio la benedizione degli animali in piazza del Plebiscito, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO- Torna la benedizione degli animali in piazza del Plebiscito. L’appuntamento, organizzato  dal Centro equestre Cava di Sant’Antonio, in programma domenica
Il 25 gennaio nasce Piazza Grande Futuro ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO- “Venerdì prossimo, 25 gennaio, presenteremo la mozione Zingaretti ai giovani della provincia: nasce ufficialmente il comitato Piazza Grande Futuro Viterbo.
Consiglio comunale, la prossima seduta domani 24 gennaioLEGGI TUTTO
VITERBO – Il presidente del consiglio comunale Stefano Evangelista, sentita la conferenza dei capigruppo dello scorso 18 gennaio, comunica che la
Vaccini ed autismo, nessun nesso per la CassazioneLEGGI TUTTO
di REDAZIONE- VITERBO- Vaccini e autismo, niente nessi. La conferma arriva dalla Cassazione, che ha dichiarato inammissibile il ricorso di una
Grande successo anche a Pisa e Cascina per SuperAbileLEGGI TUTTO
PISA – “Ciò che conta non sono gli anni della tua vita ma la vita che metti in quegli anni”.
Anna Valle in “Cognate- cena in famiglia” al teatro Traiano di CivitavecchiaLEGGI TUTTO
CIVITAVECCHIA  – Anna Valle è la protagonista della commedia Cognate – Cena in famiglia del francese Éric Assous nell’ambito della stagione