Le esponenti del Circolo Rifondazione Comunista di Viterbo chiedono la revoca dell’incarico di Sgarbi

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Poiché riteniamo che la partecipazione femminile agli organi decisionali, sia di natura pubblica che privata, debba contemplare una serie di fattori imprescindibili tra i quali la dignità e il rispetto che devono essere riconosciuti a tutte le donne, noi ci sentiamo profondamente offese da quanto è accaduto al Museo Maxxi di Roma. La serata inaugurale dell’Estate ha visto il Sottosegretario al Ministero della Cultura nonché – per paradosso – Assessore alla Bellezza del Comune di Viterbo V.Sgarbi esibirsi a lungo in uno squallido e volgarissimo show durante il quale ha vomitato discorsi di un sessismo inaudito, una performance indegna. Ci rivolgiamo a Lei facendo appello al suo ruolo di rappresentante della massima istituzione cittadina e soprattutto alla sua sensibilità di donna, per sollecitarla a pronunciare una pubblica e ferma condanna del comportamento del suo assessore (purtroppo affatto nuovo a simili manifestazioni, tutte tristemente cadute nel silenzio). Le chiediamo quindi di revocargli l’incarico, per essere un simile personaggio assolutamente inadeguato e non degno di rappresentare le istituzioni culturali e svolgere incarichi nell’ambito della amministrazione del nostro Comune”.
Laura Damiani, Antonella More, Barbara Cozzolino
Circolo Rifondazione Comunista – Viterbo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE