Le opere del maestro Mario Russo in mostra agli Almadiani

VITERBO- Si inaugura domani 26 agosto alle 18 nella ex chiesa degli Almadiani la mostra del maestro Mario Russo.


Fino al prossimo 6 settembre sarà possibile ammirare la produzione artistica del pittore, disegnatore e grafico, definito da Federico Fellini, suo ammiratore, “un pittore con le mani da illusionista”.

Alcune delle opere del maestro Russo (circa cento dipinti a olio), scomparso a marzo del 2000, sono state esposte al Vittoriano nel 2011. Proprio quella mostra, dal titolo La pittura e l’emblema, ha reso omaggio all’intero percorso artistico del pittore che amava maschere, clown, arlecchini, eleganti figure femminili, paesaggi, fiori e conchiglie. Durante la sua vita ha esposto a New York, Londra, Colonia, Toronto, Monaco di Baviera. Negli anni ’80 ha realizzato alcune tele riguardanti il teatro cinese e giapponese, per poi dedicarsi agli studi e alla realizzazione di grandi opere ispirate al mondo del cinema e ai personaggi felliniani.

Nel 1992 ha realizzato un’antologica a Palazzo Braschi.

La mostra alla Sala Almadiani, patrocinata dall’assessorato alla cultura del Comune di Viterbo, verrà dunque inaugurata domani 26 agosto alle 18 e resterà aperta al pubblico fino al 6 settembre.

Orario: tutti i giorni dalle 11 alle 19.

Print Friendly, PDF & Email