Università Unimarconi

Legambiente: la rigenerazione urbana parte dai più giovani

ROMA- Presentato a Roma il libro-racconto “GENeraZioni capaci di rigenerazione” nell’ambito del Progetto Lavori in corso, finanziato dall’Impresa sociale Con i Bambini tramite il Fondo per il contrasto alla povertà educativa

La bellezza è nelle mani delle ragazze e dei ragazzi, che nel corso degli ultimi quattro anni hanno riscoperto e rigenerato gli spazi del loro quartiere. È l’esperienza dei giovani del progetto Lavori in Corso – Adottiamo la città di Legambiente, finanziato dall’Impresa sociale Con i Bambini tramite il Fondo per il contrasto alla povertà educativa, che si è svolto in cinque città molto diverse tra loro per localizzazione, dimensione, popolazione, complessità e storia, ma allo stesso tempo con caratteri omogenei, legati ai disagi della vita nella periferia: Roma, Palermo, Pisa, Tolentino (MC), Sant’Arpino (CE). Un’iniziativa che ha visto il protagonismo di ragazzi e ragazze alla scoperta del territorio, attraverso la riappropriazione degli spazi urbani e di vita, la costruzione dei legami nella comunità e il rafforzamento delle competenze scientifiche e di cittadinanza.

Di questa esperienza si è parlato a Roma presso la facoltà di ingegneria de La Sapienza in occasione dell’evento “GENeraZioni capaci di rigenerazione”, dove è stato presentato l’omonimo libro, che racconta metodi e risultati del progetto Lavori in Corso, descrivendo i processi di rigenerazione urbana, efficaci per costruire più opportunità e soluzioni educative.

L’evento è stato di ricco di interventi e ospiti: Stefano Ciafani – Presidente di Legambiente, Vanessa Pallucchi – Vicepresidente di Legambiente, Nicola Corona – Project Manager di Legambiente, Carlo Patrizio – Dicea Sapienza Università di Roma, Elsa Fulgenzi – Anpas Lazio, Marilea Laviola – EuroUSC, Gabriele Levi – Disamis, Alessandro Martina – Coordinatore di attività istituzionali di Con i Bambini e referente del progetto, Daniela D’Alessandro – DICEA Sapienza Università di Roma, Rubina Pinto – Coordinamento nazionale giovani di Legambiente

Presenti anche Laura Baldassarre – Responsabile Advocacy Istituzionale UNICEF Italia e Giulio Cederna – Direttore generale della Fondazione Paolo Bulgari. Entrambe le realtà hanno lavorato ampiamente per combattere la povertà educativa in contesti urbani periferici.

L’attività di rigenerazione a Roma nel quartiere di Montespaccato è stata progettata e realizzata con i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo Via Cornelia 73: qui i giovani hanno scelto di dipingere un murale, pensato a partire dai disegni e dalle proposte fatte durante il laboratorio di rigenerazione e realizzato da loro stessi con il supporto dall’artista Sofia Bonelli, che ha fornito loro le nozioni necessarie. La rinascita, il ritorno alla luce dopo le tenebre, la speranza, sono stati i temi che i ragazzi hanno deciso di rappresentare.

Sollecitati a individuare un luogo a cui si sentissero particolarmente legati per appartenenza e uso, con preferenza quasi unanime, i giovani hanno espresso il loro convergente parere sul locale Centro sportivo Don Pino Puglisi, oggi affidato all’ASP Asilo Savoia e di recente confiscato alle consorterie criminali del luogo. Scopo di questa Azienda Pubblica di Servizi alla Persona è quello di fare dello sport un veicolo per risollevare ragazze e ragazzi in difficoltà e che hanno abbandonato gli studi, ma, più in generale, di offrire al quartiere uno spazio aperto, curato, accogliente e gratuito. L’ASP Asilo Savoia si è anche dimostrato disponibile a collaborare per progetti futuri.

“Il progetto Lavori in Corso si configura in una visione più ampia, che deve indirizzare il futuro delle nostre città: – ha dichiarato Stefano Ciafani, Presidente di Legambiente – la rigenerazione urbana è una tappa fondamentale del cammino verso la transizione ecologica. Le periferie possono essere luoghi radicali di possibilità, zone di creatività e rigenerazione. È auspicabile che i giovani, provenienti da questi luoghi, prendano consapevolezza delle realtà in cui vivono: proprio da qui, a partire dal lavoro con le nuove generazioni, è possibile creare spazi capaci di offrirci l’opportunità di una prospettiva radicale da cui guardare, immaginare e costruire alternative per un modo migliore di abitare i territori urbani. Risulta anche necessaria una semplificazione degli interventi di rigenerazione urbana, attraverso modifiche alle norme vigenti che consentano ai Comuni di individuare aree dove realizzare interventi coordinati di riqualificazione degli spazi pubblici e privati”.

Lavori in Corso – adottiamo la città è un progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile in Italia. Nasce per contrastare il fenomeno della povertà educativa dei minori tra i 9 e i 14 anni che vivono in contesti territoriali complessi per assenza o difficoltà ad accedere ad opportunità e spazi educativi e sociali pubblici. Soggetto responsabile: Legambiente Onlus – Partnenariato: Comitato regionale Anpas Lazio, Sapienza Università di Roma, Disamis srl, EuroUSC Italia Srl, Comune di Palermo, Comune di Pisa, Comune di Sant’Arpino (CE), Comune di Tolentino, Istituto comprensivo G.Lucatelli (Tolentino), Istituto Comprensivo Gamerra (Pisa), Istituto Comprensivo Cornelia 73 (Roma), Istituto Comprensivo Rocco Cav. CinqueGrana (Sant’Arpino), Centro diaconale “La Noce” (Palermo).

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE