Lenticchia di Onano in Gazzetta ufficiale europea, Battistoni (Mipaaf): “A breve auspico assegnazione marchio IGP”

VITERBO – “Nella giornata di ieri, mercoledì 23 febbraio, è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale europea, la domanda di registrazione della lenticchia di Onano come prodotto IGP”.
Ne dà notizia il senatore Francesco Battistoni, Sottosegretario al Mipaaf, in una nota.

“Decorsi tre mesi di tempo, obbligatori per raccogliere eventuali osservazioni da parte di altri Paesi, la lenticchia di Onano sarà ufficialmente riconosciuta come un prodotto a Indicazione Geografica Protetta” spiega il senatore.
“Il prodotto della Tuscia, coltivato in area vulcanica, ha delle qualità incredibili ed una storia importante. È dal medioevo, infatti, che se ne hanno le prime testimonianze, quando faceva parte stabilmente della dieta delle popolazioni locali. Essendo molto ricca di ferro, la lenticchia di Onano riusciva a sopperire alla mancanza di carne” spiega Battistoni.
“L’associazione del prodotto alla località di produzione, il Comune di Onano, è avvenuta tra il 1800 ed il 1900 – conclude il senatore -.La sua storia, la sua tipicità ed i benefici che derivano dal suo consumo, essendo un un prodotto a basso contenuto di zuccheri totali, l’hanno portata oggi ad essere uno dei legumi più conosciuti in Italia, fiore all’occhiello della Provincia di Viterbo e, grazie al prossimo riconoscimento IGP, mi auguro possa incrementare il proprio bacino di commercializzazione”.
Print Friendly, PDF & Email