L’estate si avvicina, preveniamo e curiamo il mal d’auto a Fido

di LEONARDO DE ANGELI –

VITERBO – Permettetemi questa settimana, una triste parentesi personale, in quanto vorrei dedicare al mio amico, fratello, protettore e maestro di vita Lick, la mia rubrica, perchè dopo 13 anni di vita trascorsi insieme, la settimana scorsa è andato a correre felice nel grande paradiso dei cani.

Se pur vero che io sia perfettamente conscio del fatto che l’estate è ancora un lontano miraggio, risulta altresì palese che questo è il periodo in cui cominciamo ad organizzare il nostro viaggio, o la nostra residenza estiva. Vorrei oggi, in questa mia rubrica, cercare di consigliarvi modalità, diritti e malesseri che potremmo arrecare o far subire al nostro migliore amico.  Credo ormai di aver ripetuto sino allo sfinimento, che il cane, in base alle vigenti normative, possa seguirci in tutti i luoghi che interesseranno le nostre vacanze. Nessun albergo, ristorante, treno, aereo, o semplicemente autobus, potrà, per Legge, mai rifiutare la presenza del vostro amico, questo, sottolineo, a patto che il vostro buon senso sia in condizioni ottimali. Il grande problema, talvolta riguarda non tanto la permanenza, quanto i lunghi che bisogna affrontare per raggiungere le destinazioni prescelte e che talvolta risultano sfiancanti persino per noi.
Molte persone possono non essere consapevoli del fatto che il loro cane soffra di mal d’auto, mal di mare o da un altro tipo di trasporto. Sappiate e tenetene buon conto, che un recente  studi, ha stabilito che 3 cani su 5 accusano forti problemi di questo tipo (cinetosi).
Il mal d’auto nel cane, come del resto anche nell’uomo, non è ancora ben compreso, ma si suppone sia collegato con i centri del cervello che controllano l’equilibrio e il processo di movimento. Nel cane in particolare la cinetosi può anche essere legata alla paura e all’ansia dell’auto o del mezzo di locomozione.

Impariamo intanto a decifrare i primi sintomi del mal d’auto in ordine di apparizione:

sbavamento
eccessivo leccamento del labbro superiore
ansimare eccessivo
inattività
irrequietezza
tremore
piagnisteo
sbadigliamento
vomito

Nel caso in cui facciate salire in macchina il vostro cane solo per compiere il tragitto casa-veterinario, risulta chiaro che il motivo del suo malessere sarà da attribuire esclusivamente allo stress, ma, teniamo sempre presente che,  in cani particolarmente sensibili, la cinetosi può fare la sua comparsa  anche nei viaggi più brevi.

Il disturbo risulta molto più acuto ed evidente nei cuccioli, perché le loro strutture dell’orecchio utilizzate per l’equilibrio non sono ancora pienamente sviluppate, ma,  se il problema dovesse persistere anche in fase adulta, non è da escludere che egli potrebbe essere stato condizionato a equiparare il viaggiare con vomito, anche dopo che le sue orecchie saranno pienamente maturate.

Il modo migliore per prevenire il suo malessere quindi, è quello di rendere il viaggio in macchina il più confortevole possibile.
Trasformare la percezione del cane durante la corsa dell’auto potrebbe essere vincente; trovare un posto rilassante e tranquillo all’interno di essa, usare trasportini il più possibile oscurati per evitare la forte influenza della vista e soprattutto abituate il vostro cane a fare brevi ma ripetuti viaggi verso il parco, giocare e poi ripartire, in modo da fargli capire che il tragitto non è motivo di stress ma solo di divertimento.

Assicuriamoci sempre che il nostro cane abbia lo stomaco vuoto prima di partire,  l’ideale sarebbe di non somministrare cibo circa 6-8 ore prima della corsa.

Fare sempre soste frequenti. Alcuni cani sono in grado di gestire ore ed ore di viaggio in macchina, altri al contrario non possono. Buona regola è quella di fermare l’auto dopo una o due ore, solo per passeggiare e avere un po ‘di tempo per i suoi bisogni.
Distraete i cane durante il  viaggio attraverso il gioco, se possibile non scordate di portare i suoi giocattoli preferiti con voi.
Spegnere l’aria condizionata e aprire il più possibile i finestrini, l’aria fresca in macchina aiuta a prevenire il mal d’auto di tutti i passeggeri.
Infine, potrebbe essere di forte aiuto optare per una macchina più grande, il cane costretto in un piccolissimo spazio, amplifica tutti i sintomi di stress e di conseguenza anche del mal d’auto.

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
A Bomarzo un omaggio a Lucio Dalla, sabato 23 marzoLEGGI TUTTO
BOMARZO ( Viterbo) – Tutto pronto per domani sera per l’evento “Pafff Bum…ricordando Lucio” . A Bomarzo presso l’Associazione culturale
Volley femminile, la Vbc Viterbo ospita il Don OrioneLEGGI TUTTO
VITERBO – Il week-end delle formazioni Vbc inizia sabato alle 18.30 quando al Palavolley di via Gran Sasso la Polistampa
“Curarsi con i libri”, successo di pubblico alla Biblioteca di ValentanoLEGGI TUTTO
VALENTANO ( Viterbo) – Si è svolto con successo alla Biblioteca comunale di Valentano il progetto “Curarsi con i libri”
“Conosciamo la biblioteca del Museo della Ceramica della Tuscia”, domenica 24 marzoLEGGI TUTTO
VITERBO – Istituita con il DPCM del 15/7/2009, la Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura si tiene il 24
Progetto “Spicciati”, Andrea Micci (Lega): “Creare ricchezza recuperando monetine. Confidiamo in una risposta anche da Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Andrea Micci (Coordinatore comunale Lega Viterbo) e pubblichiamo: “Ci sono circa 200 milioni di euro che
L’IC “Pietro Vanni” di Viterbo protagonista alle giornate Fai di primaveraLEGGI TUTTO
VITERBO – Gli studenti dell’IC “Pietro Vanni” di Viterbo protagonisti nelle giornate Fai di primavera in programmi questo weekend.  
Sesta motobenedizione in programma domenica 24 marzo, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 24 marzo, in occasione della sesta motobenedizione, richiesta dal club motociclistico Desmotuscia, in programma a piazza San
Cavalieri del soccorso, dal 26 marzo al via le lezioni per diventare volontarioLEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo dall’associazione “Cavalieri del soccorso” e pubblichiamo: “Il 26 marzo 2019 presso i locali gentilmente messi a disposizione
Cyberbullismo, il presidente del Corecom Lazio Petrucci in audizione alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenzaLEGGI TUTTO
ROMA –  Il presidente del Corecom Lazio, Michele Petrucci, è stato ascoltato in audizione dalla  Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza,
Open day alla sede universitaria di CivitavecchiaLEGGI TUTTO
CIVITAVECCHIA (Roma) – L’Open Day della sede distaccata di Civitavecchia si è svolto alla presenza di numerosissimi giovani che hanno affollato