Luciano Ventrone il pittore dell’iperbole

La mostra Luciano Ventrone. Il pittore dell’iperbole, da un’idea di Vittorio Sgarbi, sarà ospitata dal 26 giugno al 29 settembre 2024 negli spazi del Centro Culturale di Valle Faul a Viterbo.
«Ventrone – racconta Vittorio Sgarbi – è il pittore dell’iperbole. E iperboliche, esagerate, barocche, appunto, sono le sue opere, piuttosto che iperrealistiche. Ventrone esagera, perfeziona il reale, anche nelle sue imperfezioni. E ci costringe a fare i conti con immagini che non ci avrebbero, al di fuori della sua interpretazione, interessato».
Luciano Ventrone è tra gli artisti contemporanei italiani maggiormente conosciuti a livello internazionale. Ha esposto nei più importanti musei e gallerie del mondo.
Lavorando direttamente dalla fotografia, è in grado di cogliere dettagli non visibili all’occhio umano. Nelle sue opere crea mondi suggestivi carichi di vissuti e emozione. La scelta dei soggetti lo lega ai grandi pittori del passato, tuttavia è la sua attenzione per l’applicazione della pittura, il suo trattamento del colore e della luce che lo pongono tra i contemporanei.
Il percorso espositivo include più di 30 opere a partire dal periodo astratto degli anni Sessanta fino alle più celebri e recenti nature morte realizzate dall’artista. Un’occasione unica per ammirare capolavori mai esposti prima.
L’esposizione è realizzata da Contemplazioni e resa possibile grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo.
Orari di apertura: dal mercoledì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 19:00 (ultimo ingresso alle 18:30).
Costo biglietti: intero € 8,00, ridotto € 5,00 (under 18, over 65, studenti universitari, giornalisti non accreditati,
un accompagnatore per disabile che ne richieda la necessità, guide turistiche munite di tesserino di
abilitazione), gratuito (minori fino ai 6 anni, disabili, giornalisti con tesserino ODG per servizio e accreditati almeno 24 ore prima della visita a: carmen@contemplazioni.it)

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE